Categorie
Sverniciatura pirolitica

Cos’è la sverniciatura Pirolitica?

La sverniciatura pirolitica è un trattamento che consente di eliminare gli strati di vecchia vernice da una superficie metallica e non solo. Si tratta di un processo di combustione che viene effettuato allo scopo di pulire manufatti e strutture di vario tipo. Questa tecnica è molto utilizzata proprio perché si rivela molto efficiente grazie alla sola azione del calore. Viene eseguita in appositi ambienti, ovvero nei forni pirolitici, che espongono l’oggetto da trattare a determinate temperature. Grazie all’aria calda, è possibile eliminare i residui anche nelle cavità interne di qualsiasi prodotto.

Le altre caratteristiche di questa tecnica di sverniciatura dei metalli

Come avrai compreso, la sverniciatura in forno pirolitico è basata sulla decomposizione termica (chiamata pirolisi) degli strati superficiali degli elementi da trattare. Trattandosi di una tecnica che viene eseguita senza prodotti chimici, si presenta come una soluzione eco-friendly.

Il prodotto che necessita di un intervento di sverniciatura pirolitica va valutato con attenzione. Solo così si potrà comprendere se questa tecnica è la più adeguata ad esso. Solitamente questo tipo di sverniciatura è altamente consigliato e utilizzato soprattutto per quanto riguarda le scocche delle auto. In questo caso consente di togliere la vecchia vernice e di riverniciare la carrozzeria. Questo processo di sverniciatura non altera la forma e non va a intaccare la struttura del metallo. Pertanto, la vettura in questione non subirà alcun cambiamento.

Cos’altro sapere sulla sverniciatura pirolitica?

Come anticipato, l'operazione di sverniciatura pirolitica avviene all'interno di appositi forni, disponibili in diverse dimensioni, che sono costituiti da due camere:

  • Camera di combustione,
  • Camera di post-combustione.

La tecnica non utilizza una fiamma ma semplicemente il calore, il tutto senza alcuno sbalzo di temperatura. Il calore fa ammorbidire e alzare la vecchia vernice che pian piano si stacca autonomamente dalla superficie. A differenza della sabbiatura, la sverniciatura pirolitica permette di pulire con maggiore facilità gli angoli nascosti e le nicchie.

Cosa si può fare dopo questo processo di sverniciatura?

Dopo aver pulito la superficie, sarà possibile verniciare nuovamente lo strumento appena trattato. La superficie risulterà molto più liscia e quindi pronta a una nuova tinteggiatura. La pulizia permetterà di far aderire meglio la nuova vernice.

Vuoi avere maggiori informazioni sul nostro servizio di sverniciatura pirolitica?

Come avrai compreso, stiamo parlando di una tipologia di sverniciatura che risulta molto vantaggiosa: consente di recuperare manufatti e strutture di vario genere. Perciò, permette di evitare sprechi e di risparmiare evitando la sostituzione degli oggetti sciupati, e quindi l’acquisto di nuovi elementi. Inoltre, come anticipato, si tratta di un trattamento che porta molti benefici anche dal punto di vista ambientale, rivelamdosi eco-friendly e anche più sicuro per le persone.

Vuoi usare questa tecnica per sverniciare alcuni oggetti in tuo possesso? Se hai risposto di sì, non esitare a mettere alla prova il team di Emmegi. Usiamo il trattamento di sverniciatura pirolitica per eliminare la vernice da differenti tipi di superfici. Ci occupiamo di ganci, griglie, bilancelle e tantissimi altri tipi di manufatti metallici. Scopri di più QUI e contattaci al più presto per chiederci maggiori informazioni e una consulenza personalizzata.

 

 

 

Categorie
Sverniciatura chimica Sverniciatura pirolitica

Sverniciatura dei metalli: cos’è e come funziona

Hai sentito parlare della sverniciatura dei metalli e vorresti sapere come viene effettuata questa lavorazione? Se stai cercando maggiori informazioni su questo argomento, continua la lettura del nostro articolo: risponderemo ad alcune delle tue curiosità e ti proporremo tutte le informazioni di cui hai bisogno.

Sverniciatura di strutture e manufatti in metallo: di cosa si tratta

La sverniciatura dei metalli è il processo di rimozione dei rivestimenti superficiali di manufatti e strutture metalliche. Viene effettuata per preparare i metalli ad altri trattamenti come la zincatura e la verniciatura. In alternativa, può essere eseguita semplicemente per il ripristino della loro superficie originale. Questo processo è fondamentale per garantire l’adesione e la durata dei nuovi strati protettivi o di vernice: consentendo di rimuovere vecchi rivestimenti, vernici o altri strati inquinanti, può garantire un’applicazione più efficace di nuovi rivestimenti. È quindi possibile effettuare questa lavorazione quando si desidera:

  • Cambiare il colore di un materiale, sia per gusto personale che per deterioramento;
  • Migliorare l’aspetto o correggere degli errori di verniciatura;
  • Rinnovare la verniciatura datata e deteriorata.

Questa procedura è essenziale in numerosi settori: dall’industria manifatturiera alla manutenzione di infrastrutture e beni durevoli.

Le diverse tecniche di sverniciatura dei metalli

La sverniciatura delle superfici metalliche può essere eseguita in modi differenti, avvalendosi di specifiche tecniche, prodotti e/o strumenti.

  • Sverniciatura chimica – Questa tecnica impiega sostanze chimiche, solitamente solventi o decapanti, per sciogliere e rimuovere gli strati di vernice o rivestimento dalla superficie metallica. Questo metodo è efficace per affrontare vernici complesse o strati invecchiati, ma richiede attenzione ai rischi ambientali e alla sicurezza del personale.
  • Sverniciatura pirolitica – Questo metodo per la sverniciatura dei metalli coinvolge l’uso di alte temperature per degradare e rimuovere i rivestimenti dalla superficie metallica. Questo processo è particolarmente efficace, ma richiede attenzione al controllo delle temperature per evitare danni alla struttura metallica sottostante.
  • Sverniciatura meccanica – Questo metodo include più tecniche. Tra le più diffuse troviamo quella manuale che avviene attraverso l’uso di determinati strumenti, quali la carta vetrata e le spazzole con setole in metallo. Un’altra tecnica molto diffusa a livello professionale è la sabbiatura. Quest’ultima permette di ripulire le superfici grazie al potere abrasivo di sabbia o materiali simili. È ottima per rimuovere vernici, ruggine e altri contaminanti dalla superficie metallica. Questo processo è versatile e adatto ad una vasta gamma di applicazioni. La sabbiatura può essere eseguita con abrasivi di diverse granulometrie e con macchinari e strumenti differenti.

Il trattamento di sverniciatura dei metalli e la sabbiatura possono essere effettuati su molte tipologie di superfici metalliche (diverse dimensioni e forme, vari spessori e differenti metalli).

sverniciatura dei metalli

Il nostro servizio di sverniciatura dei metalli

Concludendo, possiamo dire che la sverniciatura dei metalli può rivelarsi cruciale nei processi di manutenzione e lavorazione metallica. Scegliere la giusta tecnica può fare la differenza nella qualità e nella durata delle superfici metalliche trattate, contribuendo così al mantenimento e alla protezione dei beni e delle strutture. Non sai quale tecnica usare nella tua officina e desideri esternalizzare la lavorazione oppure necessiti di sverniciare mobili, cerchioni o altri oggetti metallici? Qualunque sia la tua esigenza, non esitare a contattarci e a richiedere il nostro supporto.

Categorie
Sverniciatura chimica Sverniciatura pirolitica

Le migliori tecniche per sverniciare il ferro battuto

Il ferro battuto è un materiale resistente e duraturo, ampiamente utilizzato per creare cancelli, ringhiere, mobili da giardino e altri elementi decorativi. Nel corso del tempo, purtroppo, inevitabilmente la vernice presente su questo materiale può deteriorarsi e screpolarsi. In questi casi, è necessario portare a termine un accurato processo di sverniciatura che permetterà di ripristinare la bellezza originale delle strutture sciupate. Con questi presupposti andiamo a vedere quali sono le migliori tecniche per sverniciare il ferro battuto in modo efficace e sicuro.

L’uso di un prodotto chimico

Gli svernicianti chimici sono prodotti progettati per rimuovere le vernici e i rivestimenti dalle superfici metalliche. Molti di questi prodotti si possono usare anche per sverniciare il ferro battuto. Ovviamente, oltre a scegliere i più adatti, è sempre opportuno usarli con attenzione e mentre si indossano indumenti, guanti e occhiali protettivi.

 

Una volta acquistato lo sverniciante, si dovrà applicare lo stesso sulla superficie di ferro battuto, con l'aiuto di una spazzola o di un pennello, e lasciarlo agire per il tempo necessario. Solitamente il tempo di posa varia da 15 minuti ad un'ora, a seconda della vernice e dello spessore da trattare. Successivamente si potrà utilizzare una spatola o una spazzola metallica per rimuovere delicatamente la vernice ammorbidita.

Ogni fase della sverniciatura chimica va eseguita seguendo attentamente le istruzioni riportate sull’etichetta del prodotto scelto. Sarà inoltre essenziale assicurarsi di lavorare in aree ben ventilate per evitare l'inalazione dei vapori dello sverniciante.

Sverniciare il ferro battuto grazie alla sabbiatura

La sabbiatura è un’altra tecnica da poter usare. Si tratta di un metodo meccanico che consente di rimuovere la vernice dal ferro battuto. Questa tecnica richiede l'uso di una sabbiatrice, ovvero un apparecchio che utilizza sabbia o altri materiali abrasivi per rimuovere la vernice. Anche in questo caso sarà doveroso indossare abbigliamento protettivo, senza mettere da parte occhiali e/o maschere per il viso.

La sabbiatrice potrà essere usata per trattare le superfici con un materiale abrasivo per sverniciare il ferro battuto. Si potrà muovere avanti e indietro sulla struttura metallica fino a rimuovere completamente la vernice. Alla fine si potranno rimuovere eventuali residui di materiale abrasivo spazzolando la superficie o soffiandola con aria compressa.

La pulizia manuale

In alcuni casi si può anche scegliere di eseguire la pulizia a mano, usando spazzole apposite e la carta vetrata. Questo metodo richiede un po' più di sforzo fisico, ma può comunque rivelarsi efficace per rimuovere la vernice da piccole superfici o dettagli intricati del ferro battuto. Anche in questa eventualità si dovrebbero indossare guanti adeguati e occhiali protettivi.

Dopo aver usato la spazzola, strofinando energicamente la superficie per sverniciare il ferro battuto, si potrà utilizzare carta vetrata a grana fine o media per rimuovere il resto della vernice. La carta vetrata aiuterà ad ottenere una superficie liscia e omogenea, pronta per la successiva fase di finitura.

sverniciare il ferro battuto

 

Un altro metodo per sverniciare il ferro battuto

Un’altra soluzione da valutare è la sverniciatura pirolitica, da effettuare usando forni appositi. Per questa e altre soluzioni, puoi affidarti ai professionisti del settore. Noi di Emmegi ci occupiamo di sverniciatura chimica, pirolitica e sabbiatura. Contattaci per sverniciare il ferro battuto e altri oggetti metallici che desideri rinnovare per la tua casa o che devi trattare per ottimizzare le tue fasi produttive.

Categorie
Sverniciatura chimica Sverniciatura pirolitica

Sverniciatura delle inferriate: cosa sapere

Le inferriate delle case e degli edifici commerciali o aziendali sono esposte agli agenti atmosferici e alla polvere, motivo per cui col tempo possono perdere il loro aspetto originale. Una soluzione per ripristinare l'estetica di queste strutture metalliche è la sverniciatura. Ma come funziona la sverniciatura delle inferriate? Quando e perché è importante eseguirla e come fare tutto nel modo giusto?

Cosa significa sverniciare le inferriate

Sverniciare le inferriate significa appunto rimuovere il vecchio strato di vernice o smalto che le ricopre. Questo processo può essere effettuato attraverso diverse tecniche che prevedono l'utilizzo di sverniciatori chimici o di sabbiatrici. Dopo aver scelto la tecnica di sverniciatura delle inferriate più adeguata, si potrà eliminare lo strato colorato per poi procedere alla riparazione di eventuali danni o imperfezioni presenti sulla superficie. In seguito, si applicherà un nuovo strato di vernice o smalto che renderà le inferriate come nuove.

Quando e perché è importante effettuare la sverniciatura delle inferriate

Rimuovere la vecchia vernice dalle inferriate è una procedura importante per mantenere la bellezza e la funzionalità di queste strutture metalliche. Infatti, dopo la rimozione si potranno individuare e riparare più facilmente eventuali danni presenti sulla superficie. Dopodiché, grazie alla nuova vernice, si potrà rallentare l’invecchiamento della struttura e ridurre il rischio di danni causati dall'usura e dall'esposizione agli agenti atmosferici. Questa operazione può quindi aumentare la durata delle inferriate e proteggerle dalla ruggine.

Considerando ciò che abbiamo detto, è chiaro che la sverniciatura delle inferriate può essere effettuata non solo nel caso in cui si voglia cambiare colore della vernice ma anche nel caso in cui quest’ultima fosse vecchia e sciupata. È utile anche in presenza di danni visibili in quanto, come abbiamo detto, senza vernice è più facile ripararli. Ovviamente, nel caso in cui l’inferriata sia abbastanza nuova e la vernice sia in buono stato, si potrà anche sverniciare solo l’area da riparare.

In ogni eventualità, qualora si voglia riverniciare questa tipologia di struttura metallica, sarà sempre importante sverniciarla prima di passare la nuova mano di vernice. In questo modo la nuova vernice potrà aderire meglio.

Come sverniciare le inferriate

Esistono diverse tecniche per sverniciare le inferriate. Ad esempio, si possono usare appositi raschietti, attrezzature similari oppure procedere con la sverniciatura chimica o la sabbiatura. Il metodo migliore dipende dalle condizioni delle inferriate e dalla quantità di vernice o smalto da rimuovere. Prima di iniziare la sverniciatura delle inferriate, sarà importante proteggere l'area circostante e indossare i giusti dispositivi di protezione personale.

In seguito si potrà procedere alla rimozione dello strato vecchio utilizzando il metodo scelto, prestando attenzione a rimuovere ogni traccia di vernice o smalto. Sarà necessario seguire le indicazioni dei prodotti o strumenti utilizzati e riparare – se possibile - eventuali danni o imperfezioni sulla superficie prima di applicare un nuovo strato di vernice o smalto.

sverniciatura delle inferriate

 

Sverniciatura delle inferriate: il nostro supporto

Per ottenere risultati ottimali, è sempre consigliabile rivolgersi ai professionisti del settore. Questo perché le ditte utilizzano attrezzature specializzate e tecniche avanzate studiate appositamente per eseguire la sverniciatura delle inferriate. Se anche tu hai bisogno del supporto dei professionisti, dai un’occhiata ai nostri servizi e contatta il nostro staff.

Categorie
Sverniciatura chimica Sverniciatura pirolitica

Sverniciatura delle auto d'epoca: il nostro servizio

La sverniciatura delle auto d'epoca è un processo complicato e delicato che richiede molta attenzione e precisione. Quali sono gli step da seguire e i metodi da usare? Ecco cosa dovresti sapere a riguardo, dalle procedure alle nostre soluzioni.

Le tecniche da usare per sverniciare la carrozzeria

Prima di iniziare, è importante valutare accuratamente lo stato della vernice esistente e decidere se è necessario sverniciare completamente o solo parzialmente. Si dovrà anche capire quale tecnica potrà essere attuata: a seconda delle necessità e dei risultati da raggiungere, la sverniciatura delle auto d'epoca può essere eseguita manualmente o con l'aiuto di strumenti meccanici. Questa è una buona soluzione qualora si desideri sverniciare solo alcuni punti della carrozzeria. Qualora si debba effettuare una sverniciatura completa, si potranno usare prodotti chimici o un forno pirolitico.

Le diverse soluzioni e gli elementi necessari per la sverniciatura delle auto d'epoca

Se si sceglie di sverniciare manualmente, sarà fondamentale usare strumenti e utensili appositi che permettano di smerigliare la superficie senza danneggiarla. Per una sverniciatura più profonda, invece, è necessario utilizzare efficienti strumenti come le pistole sabbiatrici. Qualora si opti per la sverniciatura chimica, si dovranno scegliere sverniciatori chimici o solventi adeguati.

La sverniciatura pirolitica, detta anche termica, prevede l’uso di aria calda e si presenta come una soluzione efficiente ed eco-friendly. Tuttavia, per effettuarla è chiaramente necessario disporre di forni pirolitici grandi e adatti alla sverniciatura delle auto d’epoca.

Qualunque sia la soluzione scelta, sarà importante rifinire, lavare e asciugare accuratamente la superficie prima di applicare una nuova mano di vernice. Questo consentirà al prodotto di aderire in modo perfetto.

Perché affidarsi ai professionisti del settore

Affidarsi ai professionisti del settore è spesso la soluzione migliore, soprattutto quando si deve effettuare una sverniciatura completa. Avvalendosi del supporto degli esperti non sarà necessario munirsi dell’attrezzatura e si potrà contare su risultati di qualità.

I professionisti possono infatti prendersi cura di tutti i dettagli ed eseguire una perfetta rimozione delle vecchie vernici e persino di eventuali tracce di ruggine. Possono occuparsi correttamente della sverniciatura delle auto d'epoca e preparare adeguatamente la superficie per l'applicazione di una nuova mano di vernice. Infine, bisogna dire che scegliere di affidarsi ai professionisti vuol dire mettere la vettura in buone mani: verranno prese tutte le misure necessarie per evitare danni accidentali.

fiat 500 - sverniciatura auto d'epoca

 

Il nostro servizio di sverniciatura delle auto d'epoca

Se hai bisogno di sverniciare una o più auto d’epoca, puoi richiedere il supporto di Emmegi Srl. Proponiamo un servizio di sverniciatura e sabbiatura professionale in grado di garantirti risultati di alto livello. A seconda delle esigenze e del tipo di lavoro da effettuare, potremo usare i migliori strumenti per la sabbiatura, prodotti chimici svernicianti o altri strumenti appositi. In ogni caso ci occuperemo di rimuovere la vernice esistente in modo preciso e professionale. Successivamente, se necessario, useremo altre tecniche per rifinire la superficie preparandola alla nuova mano di vernice.

In altre parole, anche per la sverniciatura delle auto d'epoca garantiamo professionalità, puntualità e risultati ottimali.  Dai un’occhiata ai nostri servizi per aziende e privati e contattaci per saperne di più.

Categorie
Sverniciatura pirolitica

Quando usare la sverniciatura pirolitica?

La sverniciatura pirolitica è un processo che permette di rimuovere la vernice dalla superficie di materiali e manufatti di vario genere senza l'utilizzo di solventi o sostanze chimiche. Chiamata anche sverniciatura termica, questa tecnica prevede l’uso di forni pirolitici nei quali l’aria calda va a sollevare la vernice fino a farla staccare dal manufatto da sverniciare. Si tratta di una tecnica sicura, che quindi non danneggia la superficie trattata, ed eco-friendly. Quando è utile usarla al posto di altri processi di sverniciatura chimica o meccanica?

Come funziona questa tecnica di sverniciatura

Come anticipato, il processo di sverniciatura pirolitica avviene all'interno di un forno pirolitico, nel quale il manufatto da trattare viene riscaldato a temperature molto alte. I forni usati sono divisi in due parti: hanno una camera di combustione, all'interno della quale avviene il processo di bruciatura, e la camera di post-combustione. L’aria calda agisce andando a togliere la vernice anche nelle cavità interne, di piccole dimensioni e più difficili da raggiungere.

Questa tecnica di sverniciatura si presenta come un processo veloce e pulito, in quanto non sono necessari solventi o altri prodotti chimici. Tra l’altro, non provoca alterazioni della superficie del manufatto. Grazie ai forni di ultima generazione, il processo può essere facilmente automatizzato e i risultati sono ottimi: le superfici vengono sverniciate in maniera uniforme.

Quando si dovrebbe usare la sverniciatura pirolitica

Grazie alle sue caratteristiche e ai risultati che può garantire, la sverniciatura pirolitica può essere applicata a una vasta gamma di manufatti, senza particolari limitazioni. Viene utilizzata principalmente per sverniciare carrozzerie di auto e moto, ma anche per rimuovere le vernici da altre superfici. Si possono sverniciare nei forni pirolitici manufatti metallici di varie tipologie, in particolare quelli che con tecniche come la sabbiatura o la sverniciatura chimica risulterebbero più difficili da sverniciare. Naturalmente, la sverniciatura pirolitica può essere usata anche quando non è possibile trattare una superficie con i solventi chimici. L’aria calda risulta molto meno aggressiva rispetto ai prodotti svernicianti.

Il processo è particolarmente efficace su metalli come acciaio al carbonio, acciaio inox, ottone, ghisa, bronzo, rame, titanio e alcune leghe di alluminio. A seconda del materiale da trattare si dovrà regolare il forno alla temperatura più adeguata.

sverniciatura pirolitica - vernice vecchia su metallo

 

Come effettuare la sverniciatura pirolitica

Se devi sverniciare dei manufatti in metallo, come carrozzerie di auto o moto d’epoca, puoi affidarti alla nostra squadra di professionisti. Disponiamo di forni pirolitici eco-friendly, grazie ai quali offriamo un valido servizio di sverniciatura per privati e aziende. Sverniciamo elementi metallici di vario genere, tra cui ganci, griglie, bilancelle, cancelli, mobili in ferro battuto, termosifoni in ghisa e non solo.

A seconda dei materiali, dei manufatti e dei risultati che si vogliono ottenere, scegliamo se utilizzare la sverniciatura pirolitica o chimica, o magari la sabbiatura. Dopo i processi di pulitura eseguiti all’interno della nostra struttura, i tuoi manufatti saranno pronti per poter essere riutilizzati, recuperati o anche riverniciati. Scopri di più sui nostri servizi e contattaci per richiederci maggiori informazioni o una consulenza personalizzata e senza impegno.

Categorie
Sverniciatura chimica Sverniciatura pirolitica

Il nostro servizio di sverniciatura dei cancelli

La sverniciatura dei cancelli è un'operazione di manutenzione importante per mantenere ottimali l'aspetto e la funzionalità dei cancelli stessi. La sverniciatura può essere fatta a mano o con l'aiuto di macchinari appositi. Ma in cosa consiste esattamente e perché è importante portare a termine questa operazione nel migliore dei modi?

Quando è necessario sverniciare un cancello

La sverniciatura di un cancello è un processo che viene utilizzato per rimuovere la vernice esistente, che quindi si trova già sulla superficie della struttura. Grazie a questa operazione si andrà a ripulire e a mostrare la superficie metallica grezza o comunque senza finitura.

Con questi presupposti si capisce che richiedere un valido servizio di sverniciatura dei cancelli può rivelarsi molto utile quando si desidera cambiare il colore o ripristinare la finitura del cancello in proprio possesso. La sverniciatura è importante anche quando si vogliono riparare e/o rinforzare le parti metalliche sottostanti. Solo eliminando la vernice vecchia sarà possibile passare una nuova mano di colore e sarà più facile eseguire le necessarie riparazioni.

Come si esegue la sverniciatura dei cancelli

La sverniciatura dev’essere eseguita in modo accurato se si vogliono evitare danni alla superficie del cancello. Ecco perché per portare a termine l’operazione è opportuno munirsi degli strumenti e dei prodotti appositi. In genere si usano specifici agenti svernicianti che vengono applicati su tutta la superficie metallica. Si lasciano agire per qualche minuto e poi si usa un panno morbido o un pennello per rimuovere la vernice. Quando è necessario si può ripetere l'applicazione dell'agente sverniciante.

Si possono inoltre usare altre tecniche di sverniciatura dei cancelli, tra le quali è opportuno scegliere la più adeguata a seconda di elementi quali:

  • materiale di costituzione,
  • dimensione della struttura,
  • risultati che si vogliono ottenere e non solo.

Una volta completata la rimozione della vernice, si potranno rimuovere a mano i residui, si potrà lavare il cancello e prepararlo alla successiva lavorazione o verniciatura.

Gli strumenti necessari per sverniciare un cancello

Per sverniciare un cancello si devono usare guanti e appositi dispositivi per la protezione di occhi e vie respiratorie. Serviranno inoltre altri prodotti e strumenti, dal nastro adesivo da imballaggio all’agente sverniciante, dai panni assorbenti alle apposite spazzole o pennelli. Questi ultimi si riveleranno utili per completare la rimozione della vernice anche nelle aree più difficili da raggiungere.

sverniciatura dei cancelli

 

Come eseguire una corretta sverniciatura dei cancelli?

Per effettuare l’operazione in modo eccellente sarà importante non solo pulire accuratamente il cancello prima di iniziare: si dovrà anche scegliere la tecnica più adeguata. Per farlo sarà fondamentale analizzare con attenzione il materiale, lo stato del cancello, le sue caratteristiche e i risultati che si vogliono ottenere. Affidandoti agli esperti del settore potrai evitare errori e avvalerti di un lavoro professionale.

Chiedi il supporto di Emmegi Srl: da anni siamo al servizio di clienti privati e di aziende, impegnandoci ogni volta per garantire risultati eccellenti. Scopri i nostri servizi per la sverniciatura dei cancelli - e non solo - e contattaci per richiedere un preventivo senza impegno. Ti aiuteremo a rinnovare ogni struttura dal punto di vista estetico e ad aumentarne la durabilità e la resistenza.

Categorie
Sverniciatura chimica Sverniciatura pirolitica

Sverniciatura industriale: come preservare la qualità dei metalli

I metalli vengono messi a dura prova, costretti a difendersi contro l’usura e contro la corrosione degli agenti esterni. Per quanto forti e duraturi, anche loro hanno bisogno di manutenzione ed attenzione.

La sverniciatura industriale è un particolare processo, una tecnica specifica che ha l’obiettivo di riportare qualsiasi manufatto in metallo al proprio stato originale. Soprattutto, la sverniciatura permette di preservare le proprietà del metallo in ogni fase del suo utilizzo, predisponendolo per nuove e diverse lavorazioni. Corrosione e deterioramento non saranno più un problema, e riuscirete a gestire con semplicità tutte le varie fasi della produzione.

Sverniciatura Chimica e Termica

Emmegi opera da anni nell’ambito della carpenteria industriale, e conosce le diverse tecniche di sverniciatura e restauro dei metalli. In particolare, facciamo affidamento a due metodi di lavorazione: la sverniciatura chimica e la sverniciatura termica.

Entrambe le pratiche permettono di preparare il metallo all’applicazione del futuro strato di vernice, aiutandolo ad aumentare il proprio livello di resistenza. La verniciatura ha lo scopo di rivestire i metalli con un film protettivo, in grado di resistere al contatto con l’acqua e con l’umidità dell’atmosfera. La vernice riduce il rischio di formazione della ruggine, ma ha bisogno di essere ripresa con regolarità.

La sverniciatura industriale entra in gioco proprio in questi casi, per preservare l’integrità dei manufatti e migliorare la loro presenza estetica.

Sverniciatura Termica

L’utilizzo della sverniciatura permette di rimuovere efficacemente la vecchia vernice e tutte le piccole impurità presenti sull’oggetto. Ruggine, sporcizia e tracce di ogni tipo vengono lavate via, sostituite da un metallo lucido e resistente.

La sverniciatura termica fa affidamento a specifici processi di combustione della vernice, che viene “riscaldata” fino al suo completo scioglimento. Il metallo viene inserito all’interno di appositi forni pirolitico, che raggiungono temperature estremamente elevate. La vernice e i residui vengono così eliminati con successo, lasciando il posto al metallo originale.

Sverniciatura Chimica

La sverniciatura chimica ha esattamente lo stesso scopo della sua variante termica. Rimuove efficacemente ruggine, sporco e residui in poco tempo, liberando il metallo dallo strato di vernice precedente. L’oggetto da ripulire viene immerso all’interno di uno specifico liquido chimico, ad una temperatura inferiore ai 50° C. La soluzione agisce rapidamente facendo gonfiare la vernice e permettendole di staccarsi dal supporto metallico.

Questa specifica tecnica di sverniciatura industriale si adatta perfettamente alla lavorazione dei “metalli nobili”, che hanno bisogno di temperature più basse e ancora più attenzione.

Applicazioni della sverniciatura industriale

Entrambe le tecniche di sverniciatura industriale - sia chimica che termica - permettono di riportare il metallo al proprio stato originale, così da renderlo disponibile per una nuova lavorazione.

Diverse sono le applicazioni dedicate a questo tipo di trattamento, tanto utile quanto semplice da eseguire:

  • Restauro metalli per la carpenteria
  • Restauro auto d’epoca e moto
  • Servizi di sverniciatura per l’arredamento
  • Creazione di oggettistica in metallo

Emmegi è una realtà leader nel settore della sverniciatura industriale di componenti in metallo e in leghe di metallo. Possiamo prenderci cura dei vostri metalli con attenzione e sicurezza, assicurandovi solo i migliori trattamenti.

I metalli vengono messo a dura prova, costretti a difendersi contro l’usura e contro la corrosione degli agenti esterni. Per quanto forti e duraturi, anche loro hanno bisogno di manutenzione ed attenzione.

La sverniciatura industriale è un particolare processo, una tecnica specifica che ha l’obiettivo di riportare qualsiasi manufatto in metallo al proprio stato originale. Soprattutto, la sverniciatura permette di preservare le proprietà del metallo in ogni fase del suo utilizzo, predisponendolo per nuove e diverse lavorazioni.

Corrosione e deterioramento non saranno più un problema, e riuscirete a gestire con semplicità tutte le varie fasi della produzione.

Sverniciatura Chimica e Termica

Emmegi opera da anni nell’ambito della carpenteria industriale, e conosce le diverse tecniche di sverniciatura e restauro dei metalli. In particolare, facciamo affidamento a due metodi di lavorazione: la sverniciatura chimica e la sverniciatura termica.

Entrambe le pratiche permettono di preparare il metallo all’applicazione del futuro strato di vernice, aiutandolo ad aumentare il proprio livello di resistenza. La verniciatura ha lo scopo di rivestire i metalli con un film protettivo, in grado di resistere al contatto con l’acqua e con l’umidità dell’atmosfera. La vernice riduce il rischio di formazione della ruggine, ma ha bisogno di essere ripresa con regolarità.

La sverniciatura industriale entra in gioco proprio in questi casi, per preservare l’integrità dei manufatti e migliorare la loro presenza estetica.

Sverniciatura Termica

L’utilizzo della sverniciatura permette di rimuovere efficacemente la vecchia vernice e tutte le piccole impurità presenti sull’oggetto. Ruggine, sporcizia e tracce di ogni tipo vengono lavate via, sostituite da un metallo lucido e resistente.

La sverniciatura termica fa affidamento a specifici processi di combustione della vernice, che viene “riscaldata” fino al suo completo scioglimento. Il metallo viene inserito all’interno di appositi forni pirolitico, che raggiungono temperature estremamente elevate. La vernice e i residui vengono così eliminati con successo, lasciando il posto al metallo originale.

sverniciatura industriale metalli

Sverniciatura Chimica

La sverniciatura chimica ha esattamente lo stesso scopo della sua variante termica. Rimuove efficacemente ruggine, sporco e residui in poco tempo, liberando il metallo dallo strato di vernice precedente. L’oggetto da ripulire viene immerso all’interno di uno specifico liquido chimico, ad una temperatura inferiore ai 50° C. La soluzione agisce rapidamente facendo gonfiare la vernice e permettendole di staccarsi dal supporto metallico.

Questa specifica tecnica di sverniciatura industriale si adatta perfettamente alla lavorazione dei “metalli nobili”, che hanno bisogno di temperature più basse e ancora più attenzione.

Applicazioni della sverniciatura industriale

Entrambe le tecniche di sverniciatura industriale - sia chimica che termica - permettono di riportare il metallo al proprio stato originale, così da renderlo disponibile per una nuova lavorazione. 

Diverse sono le applicazioni dedicate a questo tipo di trattamento, tanto utile quanto semplice da eseguire:

  • Restauro metalli per la carpenteria
  • Restauro auto d’epoca e moto
  • Servizi di sverniciatura per l’arredamento
  • Creazione di oggettistica in metallo

Emmegi è una realtà leader nel settore della sverniciatura industriale di componenti in metallo e in leghe di metallo. Possiamo prenderci cura dei vostri metalli con attenzione e sicurezza, assicurandovi solo i migliori trattamenti.

Categorie
Sabbiatura Sverniciatura chimica Sverniciatura pirolitica

Preparazione alla verniciatura: processi di sabbiatura e sverniciatura

Come si prepara un metallo per la verniciatura? Quali sono i processi consigliati per aiutare la vernice a resistere a lungo nel tempo?Oggi, scopriremo insieme quali sono i passaggi che precedono la verniciatura, che permettono di recuperare il metallo al meglio delle sue possibilità.

Lastre in acciaio, in ferro e in alluminio, pesanti lamiere e lunghi tubi metallici; qualunque sia la superficie che avete bisogno di ri-verniciare, è giusto fare affidamento ad alcuni strumenti propedeutici, che vi assicurano il miglior risultato possibile.

In particolare, parliamo di sabbiatura e sverniciatura, le due tecniche di lavorazione che rinnovano il metallo e lo aiutano a liberarsi da qualsiasi tipo di residuo.

Cos’è la sabbiatura?

La sabbiatura precede quasi tutti i processi di verniciatura, ed è necessaria per livellare la superficie ed eliminare le tracce pregresse di vernice e ruggine.

I processi di sabbiatura garantiscono un ottimale aggrappaggio della vernice, che sarà in grado di resistere a lungo nel tempo.
Sono perfetti per le strutture metalliche di grandi dimensioni, che hanno bisogno di un intervento tempestivo e massiccio.

La sabbiatura non è altro che un lento processo di levigazione della superficie - metallica ovviamente - attraverso l’utilizzo di un potente getto di sabbia. La “sabbia” di cui parliamo è una speciale miscela di graniglia, che permette di pulire anche i più piccoli residui di ruggine e vernice.

Le superfici metalliche ricche di calamina (uno strato di ossido dal colore scuro  che si forma sulla superficie durante le lavorazioni a caldo) sono più che adatte alla sabbiatura, e possono sfruttarla per liberarsi del materiale in eccesso.

sabbiatura di superfici metalliche

 

Dalla sverniciatura chimica alla sverniciatura termica

I processi di sverniciatura si affiancano o si sostituiscono alla sabbiatura, ed hanno lo stesso scopo caratteristico: rimuovere i residui e portale il metallo allo stato di lucentezza iniziale.

E’ possibile distinguere tra due tipologie principali di sverniciatura: chimica e termica.

Come è facile intuire, la sverniciatura chimica fa affidamento a specifiche miscele chimiche che “sciolgono” ruggine e vernice. Al contrario, la sverniciatura termica espone le superfici metalliche a temperature molto elevate - le sottopone ad un calore localizzato - che permette di eliminare i residui e allontanarli definitivamente dal metallo.

Entrambi i processi hanno i propri lati positivi, e sono in grado di offrire risultati concreti e a lunga durata.Se cercate uno strumento utile alla verniciatura, questi sono gli alleati più forti a cui rivolgersi.

Affidati ad un esperto

Sabbiatura e sverniciatura rientrano tra i processi di lavorazione più importanti del settore siderurgico. Senza la loro presenza e senza il loro intervento, i metalli non potrebbero essere recuperati e riutilizzati allo stesso modo.

Per evitare di commettere errori di giudizio e di valutazione, è bene rivolgersi a figure esperte e competenti, in grado di risolvere ogni vostro dubbio. Su Emmegi è facile individuare servizi funzionali, figure esperte in grado di occuparsi della sverniciatura e della sabbiatura dei vostri metalli.

Non sottovalutate mai l’aiuto di un professionista, che sarà in grado di aiutarvi nel miglior modo possibile. 

Buona fortuna!

Categorie
Sabbiatura Sverniciatura chimica Sverniciatura pirolitica

4 proprietà dei metalli che probabilmente non conoscevi

I metalli rientrano tra i materiali più versatili dell’industria, elementi affidabili su cui è possibile investire senza rischi.

Ma quali sono le proprietà dei metalli? Cosa rende questi materiali così versatili e così semplici da modellare?

Oggi, scopriremo insieme quattro affascinanti proprietà dei metalli, che descrivono la loro natura mutevole e poliedrica. Scopriremo come approfittare al meglio della loro presenza e quando conviene utilizzarli.

Iniziamo!

Proprietà meccaniche dei metalli

Le tutte le proprietà dei metalli, le “proprietà meccaniche” sono forse le più interessanti. Aiutano a descrivere la resistenza dei materiali alle sollecitazioni esterne, il modo in cui reagiscono alle forze.

Tra le varie proprietà, è importante parlare di resistenza all’usura, resistenza all’urto e resistenza alla fatica. I materiali pregiati come l’oro e l’argento sono quelli che presenta il più alto grado di durezza, e riescono a resistere facilmente a urti e sollecitazioni esterne.

Tuttavia, anche il ferro e tutte le sue leghe (tra cui l’acciaio) reagiscono bene al tempo e all’usura. Non a caso, l’industria delle costruzioni tende a prediligere questi materiali rispetto a tutte le altre varianti, proprio perché resistenti ma non troppo costosi. 

Proprietà chimico-strutturai dei metalli

Le proprietà chimico-strutturali fanno riferimento alla composizione chimica dei metalli e alla loro struttura interna. Sono proprietà estremamente importanti, che determinano il livello di conduttanza elettrica e la relazione tra metallo e ambiente esterno (es. tendenza ad arrugginirsi).

Le proprietà dei metalli che riguardano la loro struttura chimica, vengono sfruttate nei processi di sverniciatura chimica, siccome gli esperti devono individuare la miscela più adatta. Ragionando sulla composizione chimica del metallo, si riesce ad individuare il prodotto più giusto alla sua sverniciatura, senza commettere errori.

Proprietà tecnologiche dei metalli

Passiamo poi ad un’altra importante categoria di proprietà dei metalli, le proprietà tecnologiche. Questo gruppo specifico di proprietà aiuta a descrivere l’attitudine dei metalli nel subire deformazioni e cambiamenti. Racchiudono informazioni molto importanti, quali il grado di saldabilità, piegatura, truciolabilità, temprabilità e malleabilità.

Dall’analisi delle proprietà tecnologiche, è possibile individuare e selezionare il gruppo di metalli più adatti al tipo di lavorazione ipotizzata. Riusciamo a capire fino a dove è possibile spingersi, considerando il livello di resistenza del metallo e la sua tendenza ad opporsi o meno alle modifiche.

proprietà dei metalli che non conoscevi

 

Proprietà fisiche dei metalli

Concludiamo parlando delle proprietà fisiche del metalli, che permettono di distinguere i vari materiali gli uni dagli altri. Tra le proprietà della categoria ritroviamo la densità, il calore specifico, il grado di conduttività termica e la temperatura di fusione.

L’insieme di queste informazioni è fondamentale nei processi di sverniciatura termica, perché permette di evitare errori e selezionare solo i metalli più adatti al processo. Siccome il processo viene svolto ad alte temperature, è importante considerare il grado di resistenza del metallo e scoprire se può resistere senza rovinarsi.

La conoscenza delle proprietà dei metalli è utili in ogni processo di modifica e lavorazione, perché ci permette di prendere decisioni molto più consapevoli. Ora che conoscete ognuna di queste proprietà, potete procedere con molta più tranquillità.