Categorie
Sabbiatura

La sabbiatura dell’alluminio, dell’acciaio e del ferro

Come anticipato negli articoli precedenti, la sabbiatura dei metalli è un procedimento meccanico perfetto per ripulire la superficie di questi materiali. Questa tecnica viene impiegata per togliere delle incrostazioni o residui e, inoltre, assicura un’aderenza perfetta per i trattamenti che avverranno in seguito. Viene eseguita prima di portare a termine il ciclo di lavorazione di determinati pezzi, impiegando una graniglia che si presenta con una forma irregolare. Oggi parliamo più nello specifico della sabbiatura dell’alluminio, dell’acciaio e del ferro.

Il trattamento dell’alluminio
L'alluminio rappresenta una delle leghe metalliche più leggere, e sulle sue superfici si possono depositare ruggine, ossidi, vernice rovinata e altri tipi di sostanze. La sabbiatura dell'alluminio serve proprio per eliminare questi residui, rivelandosi un metodo molto efficace per preparare le superfici ad altri trattamenti. Lo scopo è quello di garantire grande omogeneità e la rimozione di quelli che sono i difetti presenti sulla superficie stessa. Una volta terminata la sabbiatura, la texture dell’alluminio risulterà molto più liscia e idonea ai trattamenti successivi, come ad esempio quelli di rivestimento o verniciatura.

Il trattamento dell’acciaio

La sabbiatura dell'acciaio è, anche in questo caso, molto utile per rimuovere ruggine, residui della laminazione e qualsiasi tipo d'impurità. Proprio come la sabbiatura dell’alluminio, lo scopo del trattamento è quello di pulire la superficie e di renderla liscia e idonea ai trattamenti successivi, come ad esempio quelli di rivestimento o verniciatura.

Il trattamento del ferro

La sabbiatura del ferro è un trattamento meccanico che consente di rimuovere agenti corrosivi come la ruggine e altri residui. Una volta portata a termine, la superficie di ferro appare molto più levigata e semplice da trattare. Proprio come avviene dopo la sabbiatura dell’alluminio e dell’acciaio, la superficie lavorata risulterà pulita e omogenea, con una texture idonea all'applicazione dei successivi rivestimenti.

Cos’altro sapere sulla sabbiatura dell’alluminio, dell’acciaio e del ferro

Come abbiamo appena visto insieme, il processo di sabbiatura può essere impiegato sulla maggior parte dei materiali. Per quanto riguarda le superfici estremamente delicate, si tende a utilizzare una granulometria molto sottile e una pressione che risulti più leggera. I materiali più resistenti, al contrario, devono essere sottoposti a un trattamento più aggressivo. Anche se la maggior parte dei materiali possono essere trattati con il processo di sabbiatura, le parti maggiormente interessate sono:

·         Cancelli,

·         Soffitti,

·         Cisterne,

·         Pareti murali,

·         Tralicci

sabbiatura alluminio, ferro e acciaio

Sabbiatura dell’alluminio, dell’acciaio e del ferro? Affidati a degli esperti

La nostra azienda dispone di tre impianti di sabbiatura: uno manuale e due automatici a carichi sospesi. Dopo il trattamento con uno di questi impianti, il metallo che avremo trattato risulterà completamente pulito e con una rugosità variabile, il tutto a seconda della graniglia e della pressione del getto impiegati. La sabbiatura, non solo elimina le tracce di agenti corrosivi, ma aiuta a combattere il processo di deterioramento del metallo. La superficie risulta opacizzata e più semplice da trattare negli step successivi.

In tutto questo, la resistenza del materiale non viene intaccata, anzi, risulta assolutamente inalterata. A nostro avviso, la sabbiatura dell’alluminio, dell’acciaio e del ferro è uno dei migliori trattamenti per preparare il manufatto metallico alla successiva verniciatura. Quello che possiamo offrirti è un servizio di sabbiatura professionale, in modo da aiutarti a evitare sprechi e poter riutilizzare determinati materiali. Se sei interessato a uno dei nostri servizi, sentiti libero di contattarci!

Categorie
Consigli utili Sabbiatura

Granigliatrici: a cosa servono e cosa sono

Oggi parliamo di granigliatrici. Sai cosa sono e a cosa servono? In questo articolo andremo a spiegarti la loro funzione nel dettaglio e le diverse tipologie esistenti. Scoprirai come questi macchinari possono essere utili nell’ambito industriale e in diversi processi produttivi, magari anche all’interno della tua officina o azienda.

Una macchina multifunzionale
La granigliatura è un metodo utilizzato per lucidare, pallinare o ripulire il metallo. Pertanto, la granigliatrice è una macchina che serve a eseguire dei trattamenti di pallinatura, pulitura e irruvidimento del metallo. Le granigliatrici sono composte da:

·         Organo proiettante;

·         Sistema di recupero;

·         Sistema di pulizia;

·         Struttura di contenimento.

I campi di utilizzo sono tra i più svariati, ma in genere la granigliatura viene usata prevalentemente nell’ambito delle industrie automobilistica, metallurgica, navale e ferroviaria, e anche nel contesto delle costruzioni.

La graniglia usata per il funzionamento delle granigliatrici

Per lucidare, pallinare e ripulire il metallo, le granigliatrici sparano sul metallo un forte getto di graniglia. Quest’ultima è disponibile in varie tipologie:

·         Graniglie minerali inorganiche: perfette per impianti di granigliatura ad aria compressa. Sono impiegate, generalmente, per quelli che sono i trattamenti di sabbiatura in ambienti esterni. Queste tipologie di graniglie vengono utilizzate molto spesso all'interno dell'industria aeronautica.

·         Graniglie metalliche: impiegate nelle azioni industriali, tra queste troviamo le graniglie di acciaio fuso, in ottone e quelle in acciaio inox.

·         Graniglie organiche: perfette per svolgere un tipo di granigliatura molto più delicata, non rovinano i metalli, non alterano la loro forma e non recano danni alle rifiniture. Sono indicate per rimuovere delle impurità da strutture delicate, come ad esempio delle opere d'arte.

Categorie
Sabbiatura

Sabbiatura dei metalli e verniciatura: due trattamenti che possono andare di pari passo

Tra le diverse tecniche che eseguiamo all’interno della nostra officina, spicca sicuramente la sabbiatura dei metalli. Questo processo va spesso di pari passo con la verniciatura dei manufatti. In che modo? Ne parliamo in questo articolo.

In cosa consiste la sabbiatura?

La sabbiatura è un metodo grazie al quale la superficie di un metallo, marmo, legno o vetro viene trattata attraverso l'abrasione. Avviene grazie a un getto di aria e sabbia (materiale abrasivo), o acqua e sabbia, sotto pressione. Questo getto va colpire l'intera superficie e a ripulirla dalla vernice precedente, da ruggine o altri danni.

La qualità della lavorazione dipende non solo dagli strumenti utilizzati e dall’abilità del professionista che la esegue, ma anche dalla grandezza dei granelli utilizzati e dalla potenza del getto nel momento del trattamento. Questi elementi vanno scelti a seconda della tipologia di superficie da trattare. La sabbiatura dei metalli è un procedimento molto utilizzato in ambito industriale e anche per quanto riguarda la manutenzione di auto, barche o moto.

Le diverse tipologie di sabbiatura dei metalli

Esistono diverse tipologie di sabbiatura che possiamo suddividere in due macrocategorie: sabbiatura a umido (o idrosabbiatura) e sabbiatura a secco. In quest’ultimo caso si usa un getto di materiale abrasivo a pressione senza acqua. Nel primo caso, invece, si utilizza un getto di sabbia (o altri materiali similari) e acqua. Quest’ultima è molto utile per evitare che la polvere avvolga completamente il materiale che stiamo trattando o che venga respirata dall’operatore.

Dalla sabbiatura dei metalli alla verniciatura delle superfici

Da quello che abbiamo visto, si deduce chiaramente il collegamento tra la sabbiatura dei metalli e la verniciatura: perché vanno spesso di pari passo? La sabbiatura, rivelandosi in grado di eliminare strati di vecchia vernice, ruggine e altri residui, permette di pulire bene una determinata superficie. La pulizia permette di poter contare su una maggiore aderenza della vernice. Pertanto, la sabbiatura è utile per preparare i materiali a una successiva verniciatura.

Verniciatura: come funziona?

La verniciatura è un'operazione attraverso la quale un oggetto può essere rivestito di materiale a fine estetico o protettivo. Grazie all’uso di valide vernici, si può evitare la corrosione dei metalli e prolungare la durabilità di determinati oggetti e strutture.

Esistono diversi tipi di verniciatura e tra questi troviamo la verniciatura a liquido e la verniciatura in polvere, ed entrambe possono essere effettuate dopo la sabbiatura dei metalli. La prima è un metodo più veloce ed economico per verniciare differenti pezzi. La verniciatura in polvere assicura una maggiore durata nel tempo.

Sabbiatura dei metalli e verniciatura: alcune conclusioni

Possiamo concludere affermando che il trattamento di sabbiatura è uno dei metodi più utilizzati prima di un processo di verniciatura. Noi di Emmegi siamo a tua disposizione proponendoti un professionale servizio di sabbiatura dei metalli, ma ci occupiamo anche di sverniciatura chimica e sverniciatura pirolitica. Non esitare a contattarci per richiedere qualsiasi informazione o una consulenza: valuteremo insieme il trattamento più indicato in base alle tue esigenze e al materiale da trattare.

 

Categorie
Sabbiatura

Rinnovare un cancello in ferro con la sabbiatura

Vuoi rinnovare un cancello in ferro ma non sai come fare? In questa breve guida andremo a vedere quali sono i principali step da portare a termine per eliminare ruggine, vernici, incrostazioni e non solo, e ripristinare la superficie metallica. Parleremo di sverniciatura, sabbiatura e tanto altro.

Il primo passo è pulire la superficie

La prima azione da portare a termine per rinnovare un cancello in ferro è rimuovere la ruggine e la vernice presente attraverso un trattamento di sabbiatura del ferro. Si tratta del modo più semplice e sicuro per ottenere una superficie levigata, migliorata ma allo stesso tempo invariata a livello di struttura. Grazie a questo metodo, il materiale viene trattato fino ad eliminare ogni residuo. Il tutto avverrà tramite un getto molto intenso di materiale abrasivo direttamente sulla superficie da trattare.

Noi di Emmegi ci occupiamo di sverniciatura chimica, sverniciatura pirolitica e anche di sabbiatura. Eseguiamo quest’ultima usando macchine moderne e materiali abrasivi di varia tipologia e dimensione, adatti a diversi tipi di superfici da trattare. Grazie a queste risorse possiamo aiutarti a rinnovare un cancello in ferro: tratteremo il manufatto fino a renderlo pulito, omogeneo e liscio, e quindi pronto per le successive lavorazioni.

Rinnovare un cancello in ferro: cosa fare dopo

Un cancello in ferro montato in un ambiente outdoor è costantemente esposto agli agenti atmosferici. A lungo andare, questo può divenire un problema: la superficie può rovinarsi, arrugginirsi e corrodersi facilmente. Proprio per questo, dopo aver rimosso la ruggine e altri residui grazie al trattamento di sabbiatura dei metalli, sarà utile pulire il materiale trattato con un panno, così da eliminare eventuali residui di polvere che possono essere rimasti sulla superficie. Successivamente si dovrà trattare la superficie con prodotti appositi.

Per rinnovare un cancello in ferro in maniera adeguata è sempre opportuno proteggere il ferro dall'ossidazione, usando trattamenti protettivi o direttamente una vernice protettiva. Quest’ultima rappresenta la soluzione più utilizzata e diffusa in quanto è in grado di creare un film protettivo duraturo e persistente sulla superficie metallica. Passare più mani di antiruggine o di vernice apposita è un buon metodo per creare un film protettivo più efficace. Questo servirà a preservare i materiali dall'azione corrosiva degli agenti atmosferici. Quando la superficie sarà asciutta, si potrà rifinire con uno smalto apposito.

Alcuni consigli finali per chi desidera rinnovare un cancello in ferro

Ricorda che le vernici per il ferro vanno scelte con cura e focalizzandosi su prodotti di qualità. È possibile scegliere tra colori opachi, lucidi o satinati che permetteranno di decorare e personalizzare il cancello in modo esaustivo. In commercio ci sono una grande varietà di prodotti che possono essere 3 in 1: grazie ad essi potrai avere una superficie protetta, colorata e correttamente smaltata con un solo gesto.

Se hai bisogno di eliminare la ruggine e di rinnovare un cancello in ferro, sentiti libero di contattarci. Saremo lieti di aiutarti occupandoci del trattamento di sabbiatura che andrà a ripulire la superficie metallica in maniera completa. Grazie alla sabbiatura, la vernice aderirà meglio e potrai ottenere un risultato di qualità e durevole nel tempo.

 

Categorie
Sabbiatura

Quando effettuare la sabbiatura?

Come abbiamo visto in molti articoli del nostro blog, la sabbiatura dei metalli è un metodo di pulizia che permette di asportare definitivamente vernice, ruggine e incrostazioni dalle superfici. Questo trattamento viene consigliato per la pulizia delle superfici particolarmente danneggiate che si vogliono riutilizzare oppure sottoporre ad un’altra lavorazione (es. verniciatura o zincatura).

Tra le diverse tipologie di sabbiatura troviamo quella da eseguire con un apposito umidificatore, l’idrosabbiatura, la sabbiatura a secco e quella a ghiaccio secco. Ma quando è davvero consigliabile effettuare uno di questi processi di sabbiatura?

La scelta della sabbiatura dei metalli

La sabbiatura è consigliata nei casi in cui le polveri che vengono generate durante la pulizia non danneggeranno in alcun modo i prodotti (anche se ovviamente l’operazione va eseguita usando protezioni individuali idonee e coprendo eventuali parti delicate del manufatto metallico). Quando viene scelto, questo metodo assicura i migliori risultati. Proprio per questo, viene usato in tantissimi ambiti e contesti industriali e persino durante le ristrutturazioni edili.

Grazie al trattamento di sabbiatura, è possibile rinnovare e migliorare diverse superfici metalliche: l'importante è utilizzare la tecnica più adeguata e il materiale abrasivo più idoneo per la lavorazione del prodotto in possesso. Il lato positivo della sabbiatura dei metalli è che l’elemento lavorato non subirà alcuna variazione: il materiale trattato resterà invariato ma migliorerà in termini di texture e qualità.

La sabbiatura può essere usata per lavorare superfici in metallo di vario genere, tra cui quelle di ringhiere e termosifoni. Oltre agli elementi in metallo, può essere usata per trattare porte in legno, parti in granito, mattoni, soffitti, etc.

Il nostro team a tua disposizione

Noi di Emmegi crediamo fortemente che rendere il cliente soddisfatto dei nostri servizi sia sempre la parte più importante del nostro lavoro. Proprio per questo agiamo con estrema attenzione: prima valutiamo le superfici che desideri ripristinare e poi decidiamo il tipo di trattamento da eseguire per ottenere un risultato ottimale. Gli anni di esperienza nell’ambito della sabbiatura dei metalli ci danno l'opportunità di svolgere il nostro lavoro con molta sicurezza e competenza.

Per quanto riguarda le superfici più delicate, andremo a eseguire una sabbiatura con una pressione molto più lieve e indicata per il metallo in oggetto. Per le superfici più resistenti e robuste, invece, lavoreremo con getti di materiale abrasivo più potenti e aggressivi. Il risultato finale sarà sempre e comunque un prodotto pulito, invariato nella forma e pronto per i trattamenti successivi.

La sabbiatura dei metalli grazie alle migliori attrezzature

La sabbiatura è un metodo che consente di migliorare le superfici e di renderle idonee ai successivi trattamenti. Infatti, una superficie adeguatamente pulita garantisce una migliore adesione della vernice e di altri trattamenti superficiali. Ovviamente, per ottenere i migliori risultati servono anche le migliori attrezzature. Noi di Emmegi disponiamo di sabbiatrici professionali e di ultima generazione e usiamo tecniche all’avanguardia e altamente efficaci. Affidati a noi: scopri i nostri servizi e non esitare a contattarci per ottenere maggiori informazioni e/o una consulenza senza impegno. Continua a seguire il nostro blog per consigli e news su sverniciatura, sabbiatura dei metalli e non solo.

Categorie
Sabbiatura

Che cos’è la sabbiatura dei metalli? Informazioni e caratteristiche

Stai cercando delle informazioni più dettagliate sulla sabbiatura dei metalli? Nelle prossime righe andremo a vedere quali sono le caratteristiche di questo sistema molto utilizzato nell’ambito industriale e non solo. Fa parte dei nostri servizi, pertanto sappiamo molto bene di cosa si tratta, e oggi vogliamo condividere con te alcune nozioni su questo argomento.

La sabbiatura nel dettaglio

La sabbiatura dei metalli è un metodo di pulizia grazie al quale è possibile asportare vernice, ruggine, incrostazioni, rivestimenti plastici o calcificazioni da qualsiasi superficie che abbia subito un danno, che sia sciupata o che necessiti di essere rinnovata. Nella produzione industriale, questa procedura consente di preparare un determinato pezzo alla fase successiva (es. verniciatura o zincatura). Lascia la superficie completamente pulita, facilitando l’applicazione e favorendo l’adesione di vernici, rivestimenti protettivi e non solo.

Il trattamento si basa sulla pulizia della superficie tramite un materiale abrasivo adeguato che viene erogato con una forte pressione sulla superficie da pulire, utilizzando uno strumento chiamato sabbiatrice. Sostanzialmente, possiamo distinguere due categorie di sabbiatura dei metalli:

  • Sabbiatura a umido o idrosabbiatura – Un metodo che utilizza un getto di sabbia (o altri materiali similari) e acqua contro la superficie da trattare.
  • Sabbiatura a secco – In questo caso si lancia un getto di materiale abrasivo senza acqua, sempre usando uno strumento apposito.

Altri dettagli da conoscere sulle tecniche di sabbiatura

La sabbiatura può anche essere “a ghiaccio secco”. Questa tecnica consiste nello scagliare contro la superficie dell’anidride carbonica allo stato solido. Questo metodo, oltre ad assicurare risultati soddisfacenti, è molto veloce ed economico e può essere eseguito in tutti i momenti dell’anno.

Per quanto riguarda l’idrosabbiatura e la sabbiatura dei metalli con umidificatore (simile alla precedente), parliamo di due metodi che aiutano ad abbattere le polveri generate durante la pulizia. Queste procedure sono consigliate quando non si ha la possibilità di svolgere lavori all’aperto. L’idrosabbiatura utilizza molta acqua, viceversa la sabbiatura con umidificatore risulta molto più economica per quanto concerne il consumo idrico.

Le superfici che si possono sottoporre al processo di sabbiatura dei metalli

Il processo di sabbiatura può essere svolto su tutte le superfici, come ad esempio:

  • Ringhiere,
  • Termosifoni,
  • Cancelli,
  • Mobili in ferro,
  • Cerchioni,
  • Carrozzerie,
  • Biciclette e similari.

L’unico caso in cui bisogna prestare più attenzione è quando si lavora su una lamiera in alluminio particolarmente sottile. Si può effettuare la sabbiatura anche su superfici non metalliche come, ad esempio, porte in legno, soffitti, mattoni, piani in pietra, cemento o granito.

In ogni caso, grazie a questo tipo di lavorazione è possibile riportare la superficie alle condizioni iniziali. Dopo il trattamento, la superficie potrà apparire più o meno ruvida, ma sarà comunque pronta per essere sottoposta ad altre lavorazioni.

sabbiatura dei metalli

Cos’altro dovresti sapere sulla sabbiatura dei metalli?

I materiali abrasivi impiegati possono essere di vario tipo: si possono usare granuli plastici, microsfere di diversi materiali e granuli di ghisa. La sabbiatura non rovina le superfici, ma è importante scegliere il materiale abrasivo più adeguato alla superficie da trattare. Inoltre, quando si tratta di parti delicate è consigliabile operare usando una pressione leggera. Quando invece si devono pulire superfici più solide, si può svolgere un lavoro un po’ più aggressivo.

La sabbiatura dei metalli è un processo che si utilizza molto nell’industria metalmeccanica, ma è perfetta anche per gli interventi di manutenzione, soprattutto nei casi in cui c’è la necessità di rimuovere degli strati esterni e preparare i materiali a lavorazioni successive (ad esempio, quando si deve intervenire con nuove verniciature di vasche, inferriate, contenitori etc.). In generale, si tratta di uno dei metodi più utilizzati per pulire e restaurare le superfici in metallo. Scopri di più sul nostro servizio e contattaci per ottenere maggiori informazioni.

Categorie
Sabbiatura

Sabbiatura e microsabbiatura: quali sono le differenze

La sabbiatura e la microsabbiatura sono due tecniche di trattamento delle superfici utilizzate per pulire, levigare e preparare ad altre lavorazioni materiali come metallo, vetro e plastica. Anche se vengono impiegate per ottenere praticamente i medesimi risultati, presentano differenze significative da non sottovalutare. Con questi presupposti andiamo ad analizzare le differenze tra queste due tecniche.

La sabbiatura e le sue caratteristiche

La sabbiatura è una tecnica di trattamento delle superfici che coinvolge l'uso di particelle abrasive di dimensioni relativamente grandi e in grado di rimuovere lo sporco, la ruggine, le vernici o altre impurità da una superficie. Solitamente viene usata sabbia, graniglia di acciaio o ghiaia: le particelle vengono sparate a elevata velocità sulla superficie da trattare, utilizzando una macchina chiamata sabbiatrice.

Proprio come capita durante le operazioni di microsabbiatura, le particelle abrasive rimuovono lo strato superficiale del materiale e lasciano la superficie pulita e pronta per un successivo rivestimento o trattamento. Tuttavia, per capire bene la differenza tra le due operazioni, i principali fattori da tenere a mente sono i seguenti:

 

  • Dimensioni delle particelle abrasive – Sono relativamente grandi, spesso di una granulometria compresa tra 0,2 e 2,5 millimetri.
  • Campi di applicazione - Viene utilizzata principalmente per rimuovere ruggine, vernice e incrostazioni da superfici di notevoli dimensioni, anche navi, ponti, edifici e altre grandi strutture in metallo.
  • Risultati - La sabbiatura può lasciare una superficie leggermente ruvida a causa delle dimensioni delle particelle abrasive.

Le caratteristiche della microsabbiatura

Si tratta di una tecnica molto simile alla sabbiatura, ma la sua azione risulta più delicata sulle superfici. Questo avviene in quanto essa prevede l'uso di particelle abrasive di dimensioni molto più piccole rispetto alla sabbiatura tradizionale. Le particelle abrasive utilizzate sono generalmente costituite da materiali come il biossido di silicio, il bicarbonato di sodio o il corindone fine, e vengono sparate a bassa pressione sulla superficie da trattare.

Per tutte queste ragioni, la microsabbiatura è particolarmente adatta per la lavorazione di superfici più delicate o per la rimozione di contaminanti superficiali. In questo caso, le caratteristiche da considerare per comprendere meglio le differenze dalla sabbiatura sono le seguenti:

 

  • Dimensioni delle particelle abrasive – Sono estremamente piccole, spesso inferiori a 0,1 millimetro.
  • Campi di applicazione - Viene utilizzata per rimuovere vernici, ossidazione, macchie, residui di inchiostro e contaminanti da superfici più piccole e delicate come vetro, plastica, legno e piccole parti metalliche.
  • Risultati - Nella maggior parte dei casi assicura una superficie più liscia rispetto alla sabbiatura.

microsabbiatura

Microsabbiatura o sabbiatura?

In conclusione, la principale differenza tra queste due lavorazioni risiede nelle dimensioni delle particelle abrasive utilizzate e nei relativi scopi e campi di applicazione. La sabbiatura è ideale per il trattamento di superfici più grandi e per la rimozione di contaminanti più spessi, mentre la microsabbiatura è adatta a superfici più delicate e alla rimozione di contaminanti superficiali.

La scelta tra queste due tecniche dipende quindi dalle esigenze specifiche del progetto e dalla natura del materiale da trattare. Entrambe le tecniche, quando utilizzate correttamente, possono migliorare notevolmente l'aspetto e la qualità delle superfici trattate. Se vuoi sapere di più sulla sabbiatura, sulla microsabbiatura e su ciò che possiamo fare per te e per la tua azienda, non esitare a contattarci.

Categorie
Sabbiatura Sverniciatura chimica

I nostri servizi di sverniciatura e sabbiatura per i privati

Se sei alla ricerca di professionali servizi di sverniciatura e sabbiatura per cancelli, inferriate e tanti altri manufatti in metallo presenti nel tuo immobile, puoi affidarti alla nostra squadra di professionisti. Possiamo offrirti soluzioni personalizzate e aiutarti a ripristinare in breve tempo l'aspetto originale di strutture ed elementi metallici di vario genere.

Dai cancelli alle inferriate

I cancelli e le inferriate sono un elemento fondamentale per la sicurezza e l'estetica di una casa. Tuttavia, nel corso del tempo, possono subire danni e deteriorarsi a causa delle intemperie e dell'usura. I nostri servizi di sverniciatura e sabbiatura sono la soluzione ideale per dare una nuova vita a queste strutture metalliche.

Grazie all'utilizzo di tecniche avanzate, materiali e prodotti di alta qualità, siamo in grado di rimuovere completamente la vecchia vernice e le impurità, preparando la superficie per una nuova finitura.

Servizi di sverniciatura e sabbiatura per termosifoni in ghisa

Nel corso del tempo, anche i termosifoni in ghisa possono accumulare sporco, sciuparsi e diventare opachi. È possibile ripristinare il loro aspetto originale proprio grazie a specifiche tecniche e ad attrezzature all'avanguardia che consentono di rimuovere completamente la vecchia vernice e le impurità. Una volta portata a termine la lavorazione più adeguata, le superfici dei termosifoni in ghisa potranno essere riverniciate e apparire quasi come nuove.

Noi di Emmegi siamo a tua disposizione offrendoti servizi di sverniciatura e sabbiatura studiati per aiutarti a rinnovare questi importanti componenti del tuo sistema di riscaldamento.

Il recupero di cerchi in lega, telai di biciclette, scocche di auto e vespe d'epoca

I cerchi in lega, i telai delle biciclette, le carrozzerie di auto e vespe d’epoca sono elementi molto importanti sia da un punto di vista estetico che per quanto concerne la funzionalità delle strutture a cui appartengono. Anch’essi, però, sono soggetti a danni e usura.

I nostri servizi di sverniciatura e sabbiatura sono pensati proprio per chi vuole rinnovare completamente cerchi, telai e scocche di vario genere. Utilizziamo tecniche e attrezzature capaci di rimuovere uniformemente la vecchia vernice, ma anche di trattare graffi e imperfezioni. Siamo a disposizione per aiutarti a preparare le superfici per una nuova finitura.

servizi di sverniciatura e sabbiatura

 

I nostri servizi di sverniciatura e sabbiatura per arredi in ferro battuto

L'arredo in ferro battuto è noto per la sua eleganza e resistenza, ma negli anni può perdere il suo splendore a causa della vernice che si sfalda o si rovina. I tavolini da esterno, ad esempio, sono elementi essenziali per creare uno spazio accogliente e funzionale all'aperto. Tuttavia, a causa dell'esposizione agli agenti atmosferici, possono danneggiarsi e perdere il loro aspetto originale nel tempo.

I nostri servizi di sverniciatura e sabbiatura sono rivolti anche a coloro che desiderano rinnovare e ripristinare la bellezza di questi pezzi unici. Anche in questo caso utilizziamo prodotti e strumentazioni adeguate, efficienti e sicure sulle superfici. Così facendo, possiamo salvaguardare gli arredi e proporre risultati ottimi in tempi rapidi. Contattaci al più presto per sapere di più sui nostri servizi per privati e per richiederci un preventivo personalizzato e senza impegno.

Categorie
Sabbiatura

Rinnovare la scocca delle auto d’epoca grazie alla sabbiatura

Il processo di rinnovamento delle auto d'epoca attraverso la sabbiatura sta diventando sempre più popolare tra gli appassionati del settore. Questo perché la sabbiatura è una tecnica che consente di rimuovere lo sporco, la ruggine e gli strati di vernice vecchia da diverse tipologie di materiali. Tra questi ultimi sono compresi anche i metalli come l’acciaio e l’alluminio che vengono usati per produrre le carrozzerie delle auto. Pertanto, rinnovare la scocca di un’auto d’epoca grazie alla sabbiatura è sicuramente una buona idea. Andiamo a vedere quali sono le caratteristiche di questa tecnica e perché è ottima per il restauro delle carrozzerie.

Cos’è la sabbiatura e come funziona

La sabbiatura è un processo di pulizia e preparazione delle superfici metalliche, che prevede l'utilizzo di un getto ad alta pressione di sabbia o graniglia (materiale abrasivo scelto a seconda delle specifiche esigenze). Questo getto viene sparato sulla superficie da trattare, in questo caso la carrozzeria, attraverso un'apposita macchina chiamata sabbiatrice. La sabbia o graniglia, grazie alla sua durezza e al suo potere abrasivo, rimuove efficacemente lo sporco, la ruggine e gli strati di vernice vecchia. Così facendo, permette di ottenere una superficie liscia e pulita.

Questo processo è particolarmente utile per rinnovare la scocca delle auto d'epoca proprio perché consente di ripulirla adeguatamente e anche di rimuovere le imperfezioni e i difetti. Grazie alla sabbiatura, è possibile preparare la carrozzeria per il successivo processo di verniciatura.

I vantaggi della sabbiatura per chi vuole rinnovare la scocca di un’auto d'epoca

La sabbiatura si rivela quindi un passaggio a dir poco fondamentale per chi desidera restaurare un’auto d'epoca, soprattutto perché consente di ottenere un risultato finale di alta qualità. Riassumendo, permette di:

  • rimuovere in modo efficace e omogeneo la ruggine e lo sporco accumulati nel corso degli anni,
  • eliminare gli strati di vernice presenti,
  • restituire alla scocca il suo aspetto originale, ovvero grezzo, che potrà essere personalizzato con una nuova lavorazione.

Grazie a questo processo di pulizia profonda e all’utilizzo di macchinari adeguati, è possibile rinnovare la scocca dell’auto d'epoca in maniera eccellente, anche andando a trattare in modo mirato eventuali imperfezioni o danni. Scegliendo il materiale abrasivo più adeguato, si può ripulire la carrozzeria senza sciuparla, per poi passare subito alla nuova mano di verniciatura che renderà l'auto d'epoca ancora più preziosa e affascinante.

Come eseguire correttamente la sabbiatura per ottenere risultati ottimali

Per ottenere risultati ottimali grazie alla sabbiatura delle auto d'epoca, è importante preparare adeguatamente la vettura, coprendo parti delicate come vetri e componenti elettronici. Successivamente, si dovrà selezionare un materiale abrasivo adatto a rinnovare la scocca dell’auto d'epoca in proprio possesso, nonché una sabbiatrice efficiente e funzionale. Quest’ultima andrà usata con attenzione e tenendo conto della giusta distanza e angolazione per evitare danni alla superficie.

Dopo la sabbiatura, sarà importante pulire accuratamente l'auto per rimuovere eventuali residui di materiale abrasivo e prepararla per il processo di verniciatura.

rinnovare scocca auto d'epoca

 

Rinnovare la scocca delle auto d'epoca: alcune conclusioni

Come puoi vedere, la sabbiatura è un processo utilissimo quando si tratta di restaurare una carrozzeria. Se anche tu vuoi rinnovare la scocca dell’auto d'epoca che hai da tempo in garage, ma non hai l’attrezzatura e le competenze necessarie, affidati al nostro team. Ti offriremo un servizio professionale, puntuale e di qualità.

Categorie
Sabbiatura

Micropallinatura e microsabbiatura a confronto

La micropallinatura e la microsabbiatura sono due tecniche di lavorazione della superficie dei materiali che, sebbene possano sembrare simili, presentano alcune importanti differenze. Vediamo nel dettaglio come funzionano e quali sono le differenze tra queste due tecniche.

Due tecniche da non sottovalutare

La micropallinatura e la microsabbiatura si presentano come valide tecniche di lavorazione della superficie dei materiali che vengono utilizzate in diversi settori. Tra questi ultimi troviamo l'industria meccanica, aeronautica, automobilistica e medicale.

La micropallinatura

La micropallinatura avviene mediante l'utilizzo di un getto di particelle abrasive, direzionato sulla superficie da trattare, con una pistola a pressione. Le particelle vengono spruzzate a velocità elevate sulla superficie in modo da rimuovere eventuali impurità e, soprattutto, per migliorare la finitura.

Questa tecnica può essere effettuata sia manualmente che con l'utilizzo di macchinari automatizzati, in base alle specifiche esigenze del materiale da trattare. È possibile scegliere diverse granulometrie delle particelle abrasive a seconda del tipo di finitura desiderata. La micropallinatura è particolarmente utile per migliorare la resistenza all'usura e la durabilità di parti meccaniche come pistoni, ingranaggi e cuscinetti.

La microsabbiatura

La microsabbiatura avviene mediante l'utilizzo di un getto di sabbia o granuli di vetro, spruzzati sulla superficie da trattare con una pistola a pressione. L'alta velocità del getto permette di rimuovere lo strato superficiale del materiale e di creare una superficie ruvida che migliora l'adesione di rivestimenti come vernici o resine.

In base alle esigenze specifiche del materiale da trattare, questa tecnica può essere effettuata manualmente o con l'utilizzo di macchinari automatizzati. È importante scegliere la granulometria del materiale abrasivo adeguata al tipo di superficie da trattare, in modo da non danneggiare la superficie stessa. La microsabbiatura è particolarmente utile per pulire e preparare le superfici da rivestire o riverniciare, e/o per rimuovere ruggine, residui e sporco di altra tipologia.

Le differenze da considerare

Come hai potuto notare, la micropallinatura e la microsabbiatura sono meno simili di quanto si possa pensare. La prima, infatti, prevede l'utilizzo di particelle abrasive di dimensioni ridotte, solitamente di alluminio, vetro o carburo di silicio, per migliorare la finitura della superficie e aumentarne la resistenza all'usura. La seconda, invece, prevede l'utilizzo di sabbia o granuli di vetro ad alta pressione per rimuovere lo strato superficiale del materiale e pulirlo al fine di migliorare l'adesione dei rivestimenti. Entrambe le tecniche possono essere utilizzate su materiali come acciaio e alluminio, ma anche su materiali compositi.

C’è da dire inoltre che la micropallinatura rimuove solo una sottile porzione di materiale dalla superficie, senza alterarne la forma o la dimensione. La microsabbiatura rimuove uno strato più spesso di materiale.

micropallinatura

 

La scelta tra micropallinatura e microsabbiatura

Considerando quello che abbiamo detto, non ti sarà difficile capire di quale lavorazione hai bisogno per la tua attività lavorativa. Tutto dipende dalle esigenze specifiche del materiale da trattare e dai risultati che si vogliono ottenere. La micropallinatura è particolarmente utile se desideri ottimizzare le qualità e la resistenza della superficie. La microsabbiatura è la scelta ideale se necessiti di preparare una superficie per l'applicazione di un rivestimento o per un’altra lavorazione. Se hai bisogno di un supporto professionale, scopri i nostri servizi e contattaci per ottenere maggiori informazioni.