Categorie
Sverniciatura chimica

Le tecniche usate per la sverniciatura dei cancelli

Uno dei servizi che proponiamo sia alle aziende che ai privati è quello che riguarda la sverniciatura dei cancelli. Ci occupiamo di questa operazione grazie all’ausilio di apposite attrezzature e specifiche tecniche tra cui scegliamo la migliore a seconda della tipologia di cancello. Le tecniche che usiamo di più sono la sverniciatura chimica e quella pirolitica. Anche la sabbiatura dei metalli è un metodo che ci viene spesso in aiuto quando si tratta di sverniciare i cancelli.

La sverniciatura chimica

La sverniciatura chimica è una delle tecniche che utilizziamo per eseguire la sverniciatura dei cancelli. Questo metodo richiede l’uso di appositi prodotti svernicianti, i quali vengono versati dentro apposite vasche insieme ai pezzi da sverniciare. Prediligendo prodotti altamente efficaci, riusciamo a garantire risultati eccellenti.

La sverniciatura chimica viene usata per la lavorazione di manufatti in ottone, alluminio, ferro, zama e tanti altri materiali. Pertanto può rivelarsi utile anche per sverniciare determinati tipi di cancelli che potranno essere di ogni forma e dimensione.

La sverniciatura dei cancelli tramite l’uso dei forni pirolitici

In molti casi la vernice può essere rimossa in maniera eco-friendly grazie all’aria calda. Quest’ultima viene erogata all’interno dei forni pirolitici. La nostra officina dispone di forni di questo calibro, perfetti per la sverniciatura di differenti tipologie di manufatti metallici. In genere usiamo questa procedura per sverniciare elementi quali bilancelle, griglie e ganci. Perciò possiamo usarla anche per la sverniciatura dei cancelli, sia per le parti più piccole che per quelle un po’ più grandi.

La sabbiatura per la pulizia delle superfici dei cancelli

Un’altra delle tecniche che utilizziamo all’interno della nostra officina è quella della sabbiatura dei metalli. Quest’ultima si presenta come un’altra soluzione eco-friendly, utilissima per ripulire i metalli dopo la sverniciatura. Può essere utilissima anche per sverniciare e ripulire le superfici il cui strato di vernice è nettamente ridotto per via dell’usura. Può aiutare a rimuovere la ruggine e permettere di ripristinare le superfici, preparandole alle successive lavorazioni (come ad esempio una nuova verniciatura).

Questa tecnica può rivelarsi molto utile anche per la sverniciatura dei cancelli in quanto può essere effettuata su ogni tipo di metallo, ferroso e non, e su altri materiali. In ogni eventualità permette di ottenere superfici pulite e omogenee.

sverniciatura dei cancelli

 

Qual è la tecnica di sverniciatura più idonea per il tuo cancello?

Per capire qual è la tecnica più adatta al cancello in tuo possesso sarà necessario valutare con attenzione le caratteristiche dello stesso. Prima di effettuare la sverniciatura dei cancelli si dovranno quindi considerare:

  • dimensioni,
  • comodità nello smontaggio e nel trasporto,
  • il materiale di costituzione.

Questi fattori possono aiutare a scegliere il metodo più ottimale e adeguato. Grazie al supporto dei professionisti del settore potrai comprendere quale soluzione è la migliore per la sverniciatura del tuo cancello.

Il nostro servizio di sverniciatura dei cancelli

Se sei alla ricerca di un valido servizio di sverniciatura dei cancelli a Modena e dintorni, richiedi il supporto di Emmegi Srl. Siamo pronti a mettere le nostre competenze a tua disposizione e a garantirti un lavoro ad hoc, preciso e professionale. Contattaci per ottenere maggiori informazioni sulle nostre tecniche e per ottenere un preventivo senza impegno.

Categorie
Sverniciatura chimica

Recupero dei cerchi in lega per le auto: il nostro servizio

Il recupero dei cerchi in lega è un’operazione che consente di rinnovare l’aspetto dei cerchi e anche di aumentarne la durabilità. Noi di Emmegi ce ne occupiamo da sempre, proponendo un servizio professionale, preciso e puntuale. In cosa consiste esattamente il nostro servizio?

Il ripristino delle caratteristiche originali dei cerchi in lega

I cerchioni in lega leggera, che più semplicemente chiamiamo cerchi in lega, sono molto belli e vengono scelti da chi vuole elevare l’impatto estetico della propria auto. È importante occuparsi della loro manutenzione ordinaria al fine di mantenerli in buono stato per molto tempo. Tuttavia, anche quando si curano con attenzione, arriva il momento in cui è fondamentale eseguire delle operazioni di ripristino più elaborate. Le operazioni di recupero dei cerchi in lega permettono di ripristinare le originali caratteristiche estetiche di questi manufatti. Grazie a determinate tecniche si possono rimuovere graffi, riparare altre tipologie di danni e rinnovare la brillantezza della superficie dei cerchi.

Come lavoriamo

Utilizzando l’auto, i cerchioni possono graffiarsi, ad esempio a causa del contatto con le pietre presenti sulle strade sterrate. Anche alcune manovre di parcheggio possono comportare danni, causati magari dal contatto accidentale con il marciapiede o altri elementi presenti in strada. I cerchioni possono persino deformarsi quando si passa su una buca viaggiando ad alta velocità o in altre situazioni. Qualunque siano le problematiche da risolvere (a meno che non si tratti di abrasioni troppo profonde), grazie al nostro servizio di recupero dei cerchi in lega a Modena e provincia potrai ripristinare l’aspetto dei cerchioni. Ti proponiamo:

  • La rigenerazione dei cerchi in lega grazie ad interventi mirati.
  • La riparazione dei graffi e di altri danni similari.
  • La sverniciatura e la riverniciatura dei cerchioni.

Le tecniche e i prodotti usati per il recupero dei cerchi in lega

Per il ripristino dei cerchioni mettiamo in atto i migliori metodi, dalla sverniciatura chimica fino ad arrivare alla sabbiatura. Quest’ultima è una delle tecniche più adeguate ed efficaci: grazie all’uso di pistole sabbiatrici, possiamo ripulire le superfici in modo eccellente. Successivamente ci occupiamo della riparazione dai graffi usando apposite paste e usiamo vernici di alta qualità. Abbiamo a disposizione speciali stucchi e altri prodotti e strumenti studiati appositamente per eseguire il recupero dei cerchi in lega.

Disponiamo altresì di attrezzature per la tornitura e la sagomatura che consentono di eliminare eventuali ammaccature. In ogni eventualità ci occupiamo di analizzare le condizioni del cerchio e di decidere con attenzione quali tecniche, prodotti e strumenti utilizzare.

recupero cerchi in lega

 

Richiedi il nostro supporto per il recupero dei cerchi in lega

Se pensi che i cerchi in lega della tua auto siano troppo sciupati, e vuoi risparmiare ed evitare di acquistarli nuovi, richiedi il supporto di Emmegi Srl. Il nostro team è al servizio di aziende e professionisti, ma anche dei privati. Ci occupiamo del recupero dei cerchi in lega usando le migliori attrezzature e le tecniche più efficaci. Richiedici al più presto maggiori informazioni. Ti aspettiamo in Via dell’artigianato 2/B a San Cesario sul Panaro (MO).

Categorie
Sverniciatura chimica Sverniciatura pirolitica

Sverniciatura industriale: come preservare la qualità dei metalli

I metalli vengono messi a dura prova, costretti a difendersi contro l’usura e contro la corrosione degli agenti esterni. Per quanto forti e duraturi, anche loro hanno bisogno di manutenzione ed attenzione.

La sverniciatura industriale è un particolare processo, una tecnica specifica che ha l’obiettivo di riportare qualsiasi manufatto in metallo al proprio stato originale. Soprattutto, la sverniciatura permette di preservare le proprietà del metallo in ogni fase del suo utilizzo, predisponendolo per nuove e diverse lavorazioni. Corrosione e deterioramento non saranno più un problema, e riuscirete a gestire con semplicità tutte le varie fasi della produzione.

Sverniciatura Chimica e Termica

Emmegi opera da anni nell’ambito della carpenteria industriale, e conosce le diverse tecniche di sverniciatura e restauro dei metalli. In particolare, facciamo affidamento a due metodi di lavorazione: la sverniciatura chimica e la sverniciatura termica.

Entrambe le pratiche permettono di preparare il metallo all’applicazione del futuro strato di vernice, aiutandolo ad aumentare il proprio livello di resistenza. La verniciatura ha lo scopo di rivestire i metalli con un film protettivo, in grado di resistere al contatto con l’acqua e con l’umidità dell’atmosfera. La vernice riduce il rischio di formazione della ruggine, ma ha bisogno di essere ripresa con regolarità.

La sverniciatura industriale entra in gioco proprio in questi casi, per preservare l’integrità dei manufatti e migliorare la loro presenza estetica.

Sverniciatura Termica

L’utilizzo della sverniciatura permette di rimuovere efficacemente la vecchia vernice e tutte le piccole impurità presenti sull’oggetto. Ruggine, sporcizia e tracce di ogni tipo vengono lavate via, sostituite da un metallo lucido e resistente.

La sverniciatura termica fa affidamento a specifici processi di combustione della vernice, che viene “riscaldata” fino al suo completo scioglimento. Il metallo viene inserito all’interno di appositi forni pirolitico, che raggiungono temperature estremamente elevate. La vernice e i residui vengono così eliminati con successo, lasciando il posto al metallo originale.

Sverniciatura Chimica

La sverniciatura chimica ha esattamente lo stesso scopo della sua variante termica. Rimuove efficacemente ruggine, sporco e residui in poco tempo, liberando il metallo dallo strato di vernice precedente. L’oggetto da ripulire viene immerso all’interno di uno specifico liquido chimico, ad una temperatura inferiore ai 50° C. La soluzione agisce rapidamente facendo gonfiare la vernice e permettendole di staccarsi dal supporto metallico.

Questa specifica tecnica di sverniciatura industriale si adatta perfettamente alla lavorazione dei “metalli nobili”, che hanno bisogno di temperature più basse e ancora più attenzione.

Applicazioni della sverniciatura industriale

Entrambe le tecniche di sverniciatura industriale - sia chimica che termica - permettono di riportare il metallo al proprio stato originale, così da renderlo disponibile per una nuova lavorazione.

Diverse sono le applicazioni dedicate a questo tipo di trattamento, tanto utile quanto semplice da eseguire:

  • Restauro metalli per la carpenteria
  • Restauro auto d’epoca e moto
  • Servizi di sverniciatura per l’arredamento
  • Creazione di oggettistica in metallo

Emmegi è una realtà leader nel settore della sverniciatura industriale di componenti in metallo e in leghe di metallo. Possiamo prenderci cura dei vostri metalli con attenzione e sicurezza, assicurandovi solo i migliori trattamenti.

I metalli vengono messo a dura prova, costretti a difendersi contro l’usura e contro la corrosione degli agenti esterni. Per quanto forti e duraturi, anche loro hanno bisogno di manutenzione ed attenzione.

La sverniciatura industriale è un particolare processo, una tecnica specifica che ha l’obiettivo di riportare qualsiasi manufatto in metallo al proprio stato originale. Soprattutto, la sverniciatura permette di preservare le proprietà del metallo in ogni fase del suo utilizzo, predisponendolo per nuove e diverse lavorazioni.

Corrosione e deterioramento non saranno più un problema, e riuscirete a gestire con semplicità tutte le varie fasi della produzione.

Sverniciatura Chimica e Termica

Emmegi opera da anni nell’ambito della carpenteria industriale, e conosce le diverse tecniche di sverniciatura e restauro dei metalli. In particolare, facciamo affidamento a due metodi di lavorazione: la sverniciatura chimica e la sverniciatura termica.

Entrambe le pratiche permettono di preparare il metallo all’applicazione del futuro strato di vernice, aiutandolo ad aumentare il proprio livello di resistenza. La verniciatura ha lo scopo di rivestire i metalli con un film protettivo, in grado di resistere al contatto con l’acqua e con l’umidità dell’atmosfera. La vernice riduce il rischio di formazione della ruggine, ma ha bisogno di essere ripresa con regolarità.

La sverniciatura industriale entra in gioco proprio in questi casi, per preservare l’integrità dei manufatti e migliorare la loro presenza estetica.

Sverniciatura Termica

L’utilizzo della sverniciatura permette di rimuovere efficacemente la vecchia vernice e tutte le piccole impurità presenti sull’oggetto. Ruggine, sporcizia e tracce di ogni tipo vengono lavate via, sostituite da un metallo lucido e resistente.

La sverniciatura termica fa affidamento a specifici processi di combustione della vernice, che viene “riscaldata” fino al suo completo scioglimento. Il metallo viene inserito all’interno di appositi forni pirolitico, che raggiungono temperature estremamente elevate. La vernice e i residui vengono così eliminati con successo, lasciando il posto al metallo originale.

sverniciatura industriale metalli

Sverniciatura Chimica

La sverniciatura chimica ha esattamente lo stesso scopo della sua variante termica. Rimuove efficacemente ruggine, sporco e residui in poco tempo, liberando il metallo dallo strato di vernice precedente. L’oggetto da ripulire viene immerso all’interno di uno specifico liquido chimico, ad una temperatura inferiore ai 50° C. La soluzione agisce rapidamente facendo gonfiare la vernice e permettendole di staccarsi dal supporto metallico.

Questa specifica tecnica di sverniciatura industriale si adatta perfettamente alla lavorazione dei “metalli nobili”, che hanno bisogno di temperature più basse e ancora più attenzione.

Applicazioni della sverniciatura industriale

Entrambe le tecniche di sverniciatura industriale - sia chimica che termica - permettono di riportare il metallo al proprio stato originale, così da renderlo disponibile per una nuova lavorazione. 

Diverse sono le applicazioni dedicate a questo tipo di trattamento, tanto utile quanto semplice da eseguire:

  • Restauro metalli per la carpenteria
  • Restauro auto d’epoca e moto
  • Servizi di sverniciatura per l’arredamento
  • Creazione di oggettistica in metallo

Emmegi è una realtà leader nel settore della sverniciatura industriale di componenti in metallo e in leghe di metallo. Possiamo prenderci cura dei vostri metalli con attenzione e sicurezza, assicurandovi solo i migliori trattamenti.

Categorie
Sabbiatura Sverniciatura chimica Sverniciatura pirolitica

Preparazione alla verniciatura: processi di sabbiatura e sverniciatura

Come si prepara un metallo per la verniciatura? Quali sono i processi consigliati per aiutare la vernice a resistere a lungo nel tempo?Oggi, scopriremo insieme quali sono i passaggi che precedono la verniciatura, che permettono di recuperare il metallo al meglio delle sue possibilità.

Lastre in acciaio, in ferro e in alluminio, pesanti lamiere e lunghi tubi metallici; qualunque sia la superficie che avete bisogno di ri-verniciare, è giusto fare affidamento ad alcuni strumenti propedeutici, che vi assicurano il miglior risultato possibile.

In particolare, parliamo di sabbiatura e sverniciatura, le due tecniche di lavorazione che rinnovano il metallo e lo aiutano a liberarsi da qualsiasi tipo di residuo.

Cos’è la sabbiatura?

La sabbiatura precede quasi tutti i processi di verniciatura, ed è necessaria per livellare la superficie ed eliminare le tracce pregresse di vernice e ruggine.

I processi di sabbiatura garantiscono un ottimale aggrappaggio della vernice, che sarà in grado di resistere a lungo nel tempo.
Sono perfetti per le strutture metalliche di grandi dimensioni, che hanno bisogno di un intervento tempestivo e massiccio.

La sabbiatura non è altro che un lento processo di levigazione della superficie - metallica ovviamente - attraverso l’utilizzo di un potente getto di sabbia. La “sabbia” di cui parliamo è una speciale miscela di graniglia, che permette di pulire anche i più piccoli residui di ruggine e vernice.

Le superfici metalliche ricche di calamina (uno strato di ossido dal colore scuro  che si forma sulla superficie durante le lavorazioni a caldo) sono più che adatte alla sabbiatura, e possono sfruttarla per liberarsi del materiale in eccesso.

sabbiatura di superfici metalliche

 

Dalla sverniciatura chimica alla sverniciatura termica

I processi di sverniciatura si affiancano o si sostituiscono alla sabbiatura, ed hanno lo stesso scopo caratteristico: rimuovere i residui e portale il metallo allo stato di lucentezza iniziale.

E’ possibile distinguere tra due tipologie principali di sverniciatura: chimica e termica.

Come è facile intuire, la sverniciatura chimica fa affidamento a specifiche miscele chimiche che “sciolgono” ruggine e vernice. Al contrario, la sverniciatura termica espone le superfici metalliche a temperature molto elevate - le sottopone ad un calore localizzato - che permette di eliminare i residui e allontanarli definitivamente dal metallo.

Entrambi i processi hanno i propri lati positivi, e sono in grado di offrire risultati concreti e a lunga durata.Se cercate uno strumento utile alla verniciatura, questi sono gli alleati più forti a cui rivolgersi.

Affidati ad un esperto

Sabbiatura e sverniciatura rientrano tra i processi di lavorazione più importanti del settore siderurgico. Senza la loro presenza e senza il loro intervento, i metalli non potrebbero essere recuperati e riutilizzati allo stesso modo.

Per evitare di commettere errori di giudizio e di valutazione, è bene rivolgersi a figure esperte e competenti, in grado di risolvere ogni vostro dubbio. Su Emmegi è facile individuare servizi funzionali, figure esperte in grado di occuparsi della sverniciatura e della sabbiatura dei vostri metalli.

Non sottovalutate mai l’aiuto di un professionista, che sarà in grado di aiutarvi nel miglior modo possibile. 

Buona fortuna!

Categorie
Sabbiatura Sverniciatura chimica Sverniciatura pirolitica

4 proprietà dei metalli che probabilmente non conoscevi

I metalli rientrano tra i materiali più versatili dell’industria, elementi affidabili su cui è possibile investire senza rischi.

Ma quali sono le proprietà dei metalli? Cosa rende questi materiali così versatili e così semplici da modellare?

Oggi, scopriremo insieme quattro affascinanti proprietà dei metalli, che descrivono la loro natura mutevole e poliedrica. Scopriremo come approfittare al meglio della loro presenza e quando conviene utilizzarli.

Iniziamo!

Proprietà meccaniche dei metalli

Le tutte le proprietà dei metalli, le “proprietà meccaniche” sono forse le più interessanti. Aiutano a descrivere la resistenza dei materiali alle sollecitazioni esterne, il modo in cui reagiscono alle forze.

Tra le varie proprietà, è importante parlare di resistenza all’usura, resistenza all’urto e resistenza alla fatica. I materiali pregiati come l’oro e l’argento sono quelli che presenta il più alto grado di durezza, e riescono a resistere facilmente a urti e sollecitazioni esterne.

Tuttavia, anche il ferro e tutte le sue leghe (tra cui l’acciaio) reagiscono bene al tempo e all’usura. Non a caso, l’industria delle costruzioni tende a prediligere questi materiali rispetto a tutte le altre varianti, proprio perché resistenti ma non troppo costosi. 

Proprietà chimico-strutturai dei metalli

Le proprietà chimico-strutturali fanno riferimento alla composizione chimica dei metalli e alla loro struttura interna. Sono proprietà estremamente importanti, che determinano il livello di conduttanza elettrica e la relazione tra metallo e ambiente esterno (es. tendenza ad arrugginirsi).

Le proprietà dei metalli che riguardano la loro struttura chimica, vengono sfruttate nei processi di sverniciatura chimica, siccome gli esperti devono individuare la miscela più adatta. Ragionando sulla composizione chimica del metallo, si riesce ad individuare il prodotto più giusto alla sua sverniciatura, senza commettere errori.

Proprietà tecnologiche dei metalli

Passiamo poi ad un’altra importante categoria di proprietà dei metalli, le proprietà tecnologiche. Questo gruppo specifico di proprietà aiuta a descrivere l’attitudine dei metalli nel subire deformazioni e cambiamenti. Racchiudono informazioni molto importanti, quali il grado di saldabilità, piegatura, truciolabilità, temprabilità e malleabilità.

Dall’analisi delle proprietà tecnologiche, è possibile individuare e selezionare il gruppo di metalli più adatti al tipo di lavorazione ipotizzata. Riusciamo a capire fino a dove è possibile spingersi, considerando il livello di resistenza del metallo e la sua tendenza ad opporsi o meno alle modifiche.

proprietà dei metalli che non conoscevi

 

Proprietà fisiche dei metalli

Concludiamo parlando delle proprietà fisiche del metalli, che permettono di distinguere i vari materiali gli uni dagli altri. Tra le proprietà della categoria ritroviamo la densità, il calore specifico, il grado di conduttività termica e la temperatura di fusione.

L’insieme di queste informazioni è fondamentale nei processi di sverniciatura termica, perché permette di evitare errori e selezionare solo i metalli più adatti al processo. Siccome il processo viene svolto ad alte temperature, è importante considerare il grado di resistenza del metallo e scoprire se può resistere senza rovinarsi.

La conoscenza delle proprietà dei metalli è utili in ogni processo di modifica e lavorazione, perché ci permette di prendere decisioni molto più consapevoli. Ora che conoscete ognuna di queste proprietà, potete procedere con molta più tranquillità.

Categorie
Sverniciatura chimica

Forno Pirolitico: cos’è e come funziona

Il forno pirolitico, uno degli strumenti più utilizzati nel settore industriale, è riuscito ad ottenere l’approvazione della maggior parte degli esperti.

Pratico, eco-friendly e dal consumo ridotto, aiuta le imprese nel processo di sverniciatura e riqualificazione dei materiali. Può essere utilizzato anche dagli operai meno esperti, siccome rispetta regole di funzionamento estremamente semplici. Addirittura, potrebbe essere definito “autonomo”, in grado di gestire in autonomia tutto il processo di pulitura.

Ma entriamo più nel dettaglio e scopriamo come funziona il forno pirolitico e che tipo di operazioni vengono effettuate grazie al suo utilizzo. Scopriamo cosa lo rende così vantaggioso per le imprese e come può cambiare il vostro approccio alla metallurgia.

Come funziona il forno pirolitico

Come ci suggerisce il nome, il forno pirolitico fa affidamento ad uno specifico processo, la “pirolisi”. In parole semplici, sfrutta il potere del calore e delle alte temperature per sciogliere lo sporco, la vernice, la ruggine e qualsiasi tipo di detrito attaccato al materiale da sistemare.

Il forno raggiunge temperature molto alte - intorno ai 500° - che gli permettono di rimuovere qualsiasi traccia dal metallo. Per questo motivo, può essere sfruttato solo per metalli ad alta resistenza, che sono capaci di sopportare le alte temperature senza rischiare di passare allo stato liquido.

Affidandosi esclusivamente al processo pirolitico di riscaldamento e scioglimento, il forno è completamente eco-friendly. Non emette sostanze nocive per l’ambiente e rispetta i bisogni dell’impresa, che riesce a mantenere sempre tutto sotto controllo.

forno-pirolitico

 

Sverniciatura termica e Sverniciatura chimica

Il forno pirolitico è coinvolto nei processi di sverniciatura termica (o sverniciatura pirolitica). L'obiettivo di questi processi è quello di rinnovare uno specifico materiale e riportarlo al suo stato iniziale. 

La sverniciatura rimuove qualsiasi traccia di sporco, ruggine o vernice, lasciando il metallo libero di tornare a brillare come un tempo. Noi di Emmegi conosciamo i vantaggi della sverniciatura termica, che rientra direttamente nei nostri servizi.

L’alternativa più comune a questo tipo di operazione è sicuramente la sverniciatura chimica, altrettanto efficace e rapida nell’applicazione. La sverniciatuta chimica sfrutta l’aiuto di specifiche sostanze chimiche, che riescono a sciogliere lo sporco e i detriti in eccesso.

Così come il forno pirolitico, le sostanze scelte sono in grado di riportare il metallo allo stato iniziale e permettergli di iniziare una nuova vita. 

Le applicazioni della sverniciatura si spostano dal restauro delle attrezzature metalliche fino al restauro delle auto d’epoca. Qualunque sia la condizione di partenza del vostro metallo, è possibile rinnovarlo completamente e in tempi rapidi. L’opinione degli esperti di Emmegi sarà in grado di indirizzarvi al meglio, così da capire come e quando conviene intervenire.

Categorie
Sverniciatura chimica

Sverniciatura Metalli: quali sono i materiali più scelti dalle industrie metallurgiche

Il mondo della sverniciatura metalli ruota intorno al principio della ricostruzione. Un metallo che è già stato usato in passato, che porta su di sé i segni della ruggine e del tempo, può tranquillamente essere riportato al suo stato iniziale.

Attraverso specifici processi, gli operai riescono a recuperare il metallo prima che sia troppo tardi e dargli una nuova vita. È proprio a questo che serve la sverniciatura dei metalli, a dare nuova vita al materiale e portarlo a diventare “qualcos’altro”.

Oggi, scopriremo insieme quali sono le principali tipologie di sverniciatura metallica e quali sono i materiali più spesso soggetti a questo tipo di restauro. Osserveremo da vicino le imprese e il loro lavoro, cercando di scoprire qualcosa in più sul futuro. 

Perché sverniciare un metallo?

Prima di entrare nel vivo della questione, è giusto chiedersi perché; perché arriviamo a decidere di sverniciare un metallo? Di seguito, tutte le motivazioni più comuni che possono portare ad una simile presa di consapevolezza:

  • Sostituzione del colore
  • Presenza di difetti nella verniciatura già dalla fabbricazione
  • Deterioramento della vernice (soprattutto quando il metallo porta alle spalle diversi anni di vita)
  • Corrosione, invecchiamento o scolorimento del metallo
  • Rimozione della vernice con l’obiettivo della rottamazione (a volte, per prendere il materiale più “ecologico” si procede con la verniciatura pre-riciclo)

Tipologie di verniciatura metalli

In quanti modi un metallo può essere liberato dalla vernice?

Come state per scoprire, esistono diversi sistemi di sverniciatura metallica, ognuno con le proprie caratteristiche ed i propri vantaggi:

  • Sverniciatura chimica:
    L’oggetto viene immerso in una vasca contenente un liquido specifico, una soluzione chimica ad alto impatto abrasivo;
  • Sverniciatura termica:
    L’oggetto viene portato ad alte temperature grazie all’utilizzo di un apposito forno pirolitico;
  • Sabbiatura o granigliatura:
    Asportazione dei detriti grazie all’utilizzo di granelli di sabbia o graniglia finissima, che vengono portati alla massima velocità;
  • Sverniciatura termica a letto fluido:
    L’oggetto viene immerso in una vasca con sabbia fluidizzata e riscaldata a 400°C;
  • Sverniciatura criogenica:
    La vernice si stacca dall’oggetto a causa di un profondo shock termico (a freddo);

materiali-per-sverniciatura-metallica

I metalli più coinvolti

Concludiamo parlando proprio dei metalli più frequentemente coinvolti nei processi di verniciatura metallica. Quali sono i materiali che vengono sottoposti al restauro nella maggior parte dei casi?

I materiali da costruzione sono ovviamente i più scelti, soprattutto in riferimento al mondo della carpenteria. I metalli che si incontrano solitamente sono l’acciaio, il ferro, la ghisa, l’acciaio inox e lo zincato.

Seguono poi il rame, l’ottone e il bronzo, insieme all’alluminio e a tutte le sue leghe. Dai materiali delle grandi costruzione e delle lamiere, ci spostiamo anche sulle auto e sui metalli che delineano le scocche dell’automobile.

Praticamente nessun metallo passa inosservato alla sverniciatura, che riesce a riportare in vita qualunque oggetto.

Categorie
Sverniciatura chimica Sverniciatura pirolitica

Sverniciatura auto d’epoca, come trasformare e rinnovare un veicolo

Il fascino unico delle auto d’epoca, il desiderio di “riportare in vita il passato”, spinge centinaia di collezionisti e appassionati a rinnovare i veicoli anno dopo anno.

La fase immediatamente successiva all’acquisto, subito dopo essersi assicurati dell’autenticità dell’automobile, è sempre quella del restauro.

La maggior parte dei modelli è incrostata di ruggine, presenta piccole ammaccature e può avere problemi di vario tipo. Per questo, è importante dedicare del tempo al perfezionamento dell’auto, alla rimozione della ruggine e di tutti gli elementi dannosi.

I processi di sverniciatura auto d’epoca hanno esattamente questo scopo, cancellare gli starti di vernice sovrastante e rivelare il cuore del modello. In molti casi, i problemi dell’auto si nascondono dietro gli strati di vernice accumulata, e bisogna lavorare per poterli riconoscere tutti.

Oggi, scopriremo quali sono i processi che meglio si adattano al restauro di un’auto d’epoca, osservando più da vicino i trattamenti di sverniciatura attualmente disponibili.

Che tipo di trattamento scegliere?

La tecnica della sverniciatura segue regole e meccanismi diversi in base alle situazioni. In generale, si distinguono tre tipologie principali di trattamenti:

  • Sverniciatura priolitica ad aria calda
  • Sverniciatura chimica a immersione
  • Sabbiatura

 

Nel caso specifico della sverniciatura auto d’epoca, la tecnica consigliata è sempre quella pirolitica. Questo trattamento, consigliato dalla maggior parte degli esperti, è il più indicato per occuparsi del restauro e della sverniciatura delle scocche delle auto.

In pochi e semplici passaggi, permette di eliminare completamente tutti gli strati di vernice accumulati sull’auto. Attraverso la decomposizione termica - o pirolisi - scioglie gli strati di vernice e libera la scocca dal suo “guscio” precedente.

Il calore riesce a ridurre in cenere gli strati di vernice, senza però intaccare le proprietà dei metalli sottostanti. Saldature, riferimenti e elementi aggiuntivi presenti sulla scocca delle auto non vengono rovinati, ma mantengono intatte le loro proprietà.

Nel mondo della sverniciatura auto d’epoca, questo è l’unico sistema in grado di garantire una pulizia ottimale, eliminando vernice, stucco, colle e qualsiasi altro tipo di impurità.

Allo stesso tempo, garantisce anche la pulizia delle cavità interne dell’auto, delle zone immediatamente sottostanti la scocca. L’auto viene ripulita completamente in una sola volta, senza ritardi o rallentamenti.

La sverniciatura pirolitica, che noi di Emmegi conosciamo nel dettaglio, è anche vantaggiosa per l’ambiente. Non inquina e rispetta i bisogni dell’ambiente, siccome non vengono utilizzati agenti chimici di nessun tipo.

sverniciatura-auto-epoca

Come procedere dopo la sverniciatura auto d’epoca

Una volta completato il processo di sverniciatura, la vostra auto è pronta per una seconda fase di pulizia. I resti della vernice vengono ripuliti e l’auto sottoposta ad un lavaggio completo con un misto di acqua e un inibitore della ruggine.

In questo modo, ritrova la sua bellezza iniziale e resta completamente funzionale. Senza perdere il suo fascino, l’auto viene sistemata interiormente e esteriormente, così da potersi trasformare in un perfetto oggetto da collezione.

Categorie
Sverniciatura chimica

Sverniciatura Chimica: come dare nuova vita al metallo

Le tecniche di sverniciatura vengono utilizzate per preparare i metalli alla loro “nuova vita”, a tutte le loro applicazioni future. Come tutti i processi di pulizia e rifinitura, richiedono tempo e grande esperienza. Senza l’aiuto di esperti del settore, è praticamente impossibile riuscire ad ottenere risultati concreti e soddisfacenti. 

Rimuovere con cura ogni strato di materiale in eccesso, ripulire la superficie dalla ruggine e dalle incrostazioni, ridipingere il metallo; ognuno di questi processi è necessario per poter riportare l’oggetto al proprio stato iniziale. La sverniciatura chimica, il processo che permette di eliminare gli strati di vernice da una qualsiasi superficie metallica, fa parte dei metodi più efficaci in assoluto.

Indicato per i materiali resistenti alle alte temperature, può essere utilizzato per la pulizia di ferro, rame, alluminio e tutte le leghe associate. 

Cos’è la Sverniciatura Chimica

La sverniciatura chimica viene spesso definita come un processo di riqualificazione del materiale

Si sceglie di utilizzarla in due casi diversi: 

  • Per recuperare prodotti precedentemente verniciati
  • Per recuperare attrezzature e oggetti colpiti da ruggine e incrostazione

Come suggerisce il nome, il processo di sverniciatura avviene grazie all’utilizzo di specifici solventi chimici. Le attrezzature e gli oggetti che hanno bisogno di essere sistemati vengono immersi in una soluzione chimica adatta alla loro pulizia. Il potere dei solventi elimina i residui e i materiali in eccesso - compresa la vernice - senza rischiare di rovinare il metallo sottostante.

A differenza di quanto si potrebbe pensare, la maggior parte dei solventi chimici utilizzati per la sverniciatura chimica non sono nocivi per l’ambiente. Il prodotto finale viene consegnato privo di residui e perfettamente pulito, pronto per essere sfruttato in una nuova veste.

Vantaggi e Applicazioni

I processi di sverniciatura chimica portano con sé una serie di interessanti vantaggi, sia dal punto di vista economico che puramente pratico. Innanzitutto, garantiscono il massimo rispetto della superficie. Il metallo consegnato non subisce alcuna alterazione, sia nel colore che nella forma originaria.

Le dimensioni non cambiano, e vengono rispettate a prescindere dalle caratteristiche specifiche dell’oggetto. Il costo del processo non è influenzato dal colore della vernice che bisogna rimuovere, ma resta sempre costante.

Rispetto a diversi altri sistemi di pulizia, la sverniciatura chimica risulta molto più rapida e duratura. Il suo effetto è immediatamente visibile, e il metallo appare più lucido e più omogeneo. 

sverniciatura chimica rivalorizzare il materiale

 

Perché sceglierci?

Su Emmegi trovate la piena disponibilità per lavori di sverniciatura chimica, sverniciatura termica e sabbiatura. Per chiarire qualsiasi dubbio o perplessità, potete contattarci rapidamente, ottenendo una risposta nel minor tempo possibile.

Affidandovi ad un'impresa di esperti, che lavora da anni nel settore della manutenzione dei metalli, potrete assicurarvi una pulizia completa e ottimale. I vostri metalli torneranno a risplendere in poco tempo, pronti per essere trasformati come preferite.

Categorie
Sverniciatura chimica Sverniciatura pirolitica

Qual è la differenza tra la Sverniciatura Chimica e la Sverniciatura Termica

Rinnovare strumenti ed oggetti in metallo, dare loro nuova vita e nuovo colore, è forse più facile del previsto. Trattamenti come quelli della sverniciatura chimica e termica, consentono di eliminare lo strato di colore precedente, ritrovano lucentezza e resistenza.

Oggi, scopriremo insieme quali sono le principali differenze tra queste due tipologie di sistemi di “rinnovo dei metalli”. Vedremo i vantaggi di entrambi i metodi e quali sono i campi d’applicazione più comuni.

In questo modo, potrete decidere quale sistema si adatta meglio alle vostre necessità e quale strada scegliere di percorrere. Buona fortuna!

Sverniciatura Chimica Vs Sverniciatura Termica

L'obiettivo di tutti i trattamenti di sverniciatura, è quello di eliminare definitivamente tutti gli strati di colore incrostati su una superficie metallica.

Ovviamente, parliamo di diverse tipologie di metalli; dal ferro al rame, passando attraverso l’alluminio e l’acciaio. Quasi tutti possono essere sverniciati in modo efficace, scegliendo tra i vari metodi disponibili.

La sverniciatura chimica consente l’asportazione della vernice attraverso l'immersione del materiale all’interno di una sostanza chimica (detta “sverniciante”).

La qualità dello sverniciante cambia in riferimento al tipo di metallo a cui ci rivolgiamo, e alla gravità della situazione. Più la vernice è incrostata e di difficile eliminazione, più converrà procedere con un trattamento drastico.

Va comunque specificato, che il processo è assolutamente sicuro. Il metallo così trattato non risente della soluzione chimica, ma appare subito più lucente e pulito.

Gli svernicianti vengono scelti appositamente per recuperare le attrezzature senza rovinarne la funzionalità o l’estetica di base.

sverniciatura chimica scocca vespa d'epoca

 

Questo stesso elemento vale anche per i processi di sverniciatura termica.

In questi casi, ci si affida alla funzionalità di un forno pirolitico, che porta i metalli ad alte temperature. Intorno ai 300°C, la vernice incrostata inizia a staccarsi, e permette ai responsabili di eliminarla con successo.

Oltre al forno, si utilizzano spesso anche elettroutensili appositi, che emettono un getto d’aria calda puntato direttamente sul metallo.

Così come per la sverniciatura chimica, anche la verniciatura termica non danneggia il materiale o la sua funzionalità. Al contrario, lo lascia perfettamente intatto e pronto per una nuova verniciatura. 

sverniciatura pirolitica auto d'epoca

Quale metodo scegliere 

Entrambi i trattamenti, sia la sverniciatura termica che quella chimica, hanno lo stesso scopo e propongono risultati abbastanza simili.

Vengono utilizzati nei processi di rinnovo delle attrezzature metalliche, dagli strumenti di lavoro fino ai cerchioni delle auto.

Negli ultimi anni, la sverniciatura termica è diventata la preferita del pubblico. In effetti, l’impatto ambientale di questo trattamento è decisamente inferiore rispetto alla chimica, ed i risultati comunque molto positivi.

In generale, chi ha bisogno di eliminare strati significativi di vernice su metalli tende a scegliere la sverniciatura chimica. Chi, invece, ha bisogno di ripulire metalli in grado di resistere facilmente alle alte temperature, sceglie la sverniciatura termica.

Su Emmegi trovate entrambi i trattamenti, e potete richiedere l’assistenza dei nostri esperti in qualunque momento. Se volete dare nuova vita ai vostri metalli, questa è la strada giusta.