Categorie
Sabbiatura

Sabbiatura a umido o a secco? Le differenze

La sabbiatura è un trattamento che viene effettuato per ottenere una superficie liscia, lucida e pulita. Viene usata, ad esempio, per ripulire i metalli da vecchie vernici, ruggine e residui vari. Grazie ad essa, i materiali trattati possono essere sottoposti ad una nuova lavorazione o verniciatura. Questa operazione può essere eseguita a secco o per via umida. La prima è la tipologia più utilizzata tra i professionisti e può essere usata per diversi tipi di metalli, ma anche su materiali come il legno.

La sabbiatura a umido produce risultati ottimali anche grazie all’azione dell’umidità sulla superficie del metallo. Attualmente risulta indispensabile per soddisfare alcune richieste dell’industria automobilistica: in questo ambito si necessita di effettuare dei trattamenti delle superfici particolarmente accurati. Ma quali sono le principali differenze tra la prima e la seconda tipologia? Entriamo più nel dettaglio.

La tecnica a umido

Il metodo per via umida aggiunge l'acqua o una soluzione di acqua e di inibitore della corrosione al proprio getto abrasivo. L'acqua può essere unita al materiale abrasivo già all’interno del serbatoio a pressione oppure direttamente nella corrente abrasiva che si trova nell'ugello soffiatore.

Questa tecnica è capace di ridurre notevolmente la produzione di polveri che si disperdono nell’aria, che avviene durante le operazioni di sabbiatura. Proprio per questo è preferibile usarla quando la lavorazione non può essere effettuata all’aperto o all’interno di una cabina di sabbiatura. La tecnica a umido produce un risultato ottimale e permette di operare in modo preciso.

La tecnica a secco

La sabbiatura a secco è una procedura che viene effettuata tramite l’uso di un materiale abrasivo. Questa procedura non utilizza acqua o altre soluzioni liquide, e anche per questo si rivela la più ottimale per trattare metalli come il ferro. Questo tipo di lavorazione si suddivide a sua volta in due categorie fondamentali: convenzionale (o a ciclo aperto) e ad aspirazione (o a ciclo chiuso).

Nel primo caso non si attua alcun tipo di accorgimento per ridurre la produzione di polvere o recuperare il materiale abrasivo. La seconda metodologia prevede invece che la polvere venga aspirata e che il materiale abrasivo usato venga recuperato. La sabbiatura ad aspirazione può essere effettuata all’interno di una macchina automatica a doppia camera, usando un collettore di polvere, una pompa di aspirazione oppure appositi ugelli.

tubi di metallo - sabbiatura a secco

 

Sabbiatura a umido o a secco?

Pensi che la sabbiatura sia una lavorazione da integrare nel ciclo produttivo della tua attività? In questa eventualità dovresti sapere inoltre che la scelta del metodo dipende molto dalla superficie da trattare. Entrambe le tipologie possono essere utilizzate su larga scala, dalle industrie del settore automobilistico e non solo. Tuttavia, devono essere eseguite solamente dal personale specializzato e usando appositi macchinari.

Se desideri capire meglio quale tipo di sabbiatura fa al caso tuo, se a umido o a secco, contatta al più presto il nostro staff di professionisti. Potremo darti indicazioni specifiche e consigli personalizzati, nonché offrirti un servizio su misura e soluzioni studiate appositamente per favorire la produttività e l’operatività della tua azienda.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

  • Categorie